Quasi nessuno conosce questo preziosissimo segreto che fa vivere bene e a lungo un’orchidea

Moltissimi amano le orchidee e ne hanno almeno una in casa, ma sono pochissimi coloro che le curano bene. Se non ce ne prendiamo cura nel modo giusto, rischiamo di danneggiarla seriamente. Ecco perché quasi nessuno conosce questo preziosissimo segreto che fa vivere bene e a lungo un’orchidea.

Il punto debole dell’orchidea

L’orchidea è una bellissima pianta dai fiori a dir poco spettacolari. Eppure nel suo ambiente naturale spesso si trova appoggiata in modo poco stabile sul tronco di un albero. Le sue radici cercano un po’ di terriccio di cui nutrirsi e in genere si tratta di frammenti di corteccia o residui vegetali che cascano dall’albero o che il vento raccoglie attorno alla pianta.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
XW 6.0, lo smartwatch di ultima generazione ad un prezzo incredibile.

SCOPRI DI PIU’

Smartwatch

L’orchidea esprime perciò una certa fragilità, ma anche una grande voglia di vivere attraverso la fioritura dei suoi bellissimi fiori. Dalle condizioni di vita più precarie, nascono i fiori più belli.

L’acqua per i fiori

Le orchidee in genere si nutrono di acqua piovana. Ottima dunque è l’acqua piovana o l’acqua del rubinetto se non troppo calcarea. Mai dare all’orchidea l’acqua trattata dagli addolcitori contro il calcare. Contiene sale e danneggerebbe la pianta.

Qualsiasi acqua si dia all’orchidea, non bisogna innaffiare se non quando il terriccio è ben asciutto. La regola da seguire prevede che se il vaso risulta alla mano leggero allora si bagna, ma se è pesante si attende.

Quale vaso per le orchidee. Quasi nessuno conosce questo preziosissimo segreto che fa vivere bene e a lungo un’orchidea

Le orchidee di casa sono sistemate in vasi trasparenti a causa delle radici aeree. Queste si riconoscono perché sono più grosse, di colore biancastro e crescono al di fuori del terriccio. Sono utili a prendere acqua dalla pioggia e dall’umidità dell’aria. Il vaso trasparente ci permette di vedere se le radici sono molte cresciute e se è arrivato il momento di rinvasare.

Un segreto poco noto è che i vasi bassi sono quelli che trattengono di più l’acqua e si asciugano lentamente, a differenza di quelli più alti. Perciò se la nostra orchidea ha radici aeree meglio un vaso non basso, in modo che possano asciugare nel giusto tempo. Alcune orchidee particolari invece richiedono terriccio sempre umido e per queste meglio un vaso più basso.

Questi preziosi consigli ci permetteranno di avere sempre delle orchidee in forma. Ecco il motivo importante se le orchidee non rifioriscono.

Consigliati per te