Quando non ci saranno più soldi per pagare le pensioni? Potrà mai capitare in Italia?

Quando non ci saranno più soldi per pagare le pensioni? Potrà mai capitare in Italia? E’ lo scenario incubo a cui nessuno vuole pensare. Soprattutto perché nessuno crede che possa mai succedere. Davvero un giorno potrebbero non esserci più soldi per pagare le pensioni? Potrebbe mai capitare in italia? Proviamo a vedere se c’è un fondo di verità, in questa storia, o se è solo una paura ingiustificata.

Quando non ci saranno più soldi per pagare le pensioni? Potrà mai capitare in Italia?

Lo scenario da catastrofe del titolo può avverarsi, anche da noi. Come? Semplice. Come abbiamo messo in luce qualche giorno fa, in questo articolo, la situazione pensionistica italiana non è rosea. E non lo è per due motivi concorrenti, cioè bassa natalità e troppe morti. Quindi, una popolazione che invecchia sempre più, e con sempre meno giovani. E se ci sono sempre più pensionati e sempre meno persone che gli pagano la pensione, cioè i giovani, alla fine il sistema collasserà. Quando accadrà? Nessuno può dirlo con certezza. Anche perché le stime variano di anno in anno. A volte la denatalità si riduce, a volte aumenta. Impossibile prevedere il momento di rottura. Ma se continua così, non è lontano.

Qualche dato da valutare attentamente  

Crowfunding immobiliare: ROI operazione 11,25%, ROI ANNUO 9,00%! - Scopri di più »

Gli occupati in Italia sono 23,4 milioni. Sono solo il 39,1% delle persone. Oltre il 70% sono lavoratori dipendenti. I disoccupati in età lavorativa, tra i 15 ed i 64 anni, sono 13,1 milioni, cioè il 21,9%. E questa è una cifra enorme e preoccupante. Che la dice lunga sulla non flessibilità del mondo del lavoro italiano. I disoccupati sono 2,5 milioni, cioè il 9,7%. Ma questi dati, è bene sottolinearlo, sono tutti ante crisi. Nel futuro molto prossimo andrà parecchio peggio a causa del lockdown dovuto alla pandemia.

E veniamo ai pensionati. Sapete quanti sono? 16 milioni, con una pensione media di 1.410 euro. Superiore allo stipendio di molti lavoratori. Già solo da questo dato capite che qualcosa, molto, parecchio non va come dovrebbe, in Italia. Non bisogna essere dei geni per capire che il sistema non funziona. La differenza tra lavoratori e pensionati è solo di ⅓, con una riduzione costante della nascite. Questo comporta sempre più pensionati e sempre meno lavoratori. E siccome sono i secondi che pagano le tasse per pagare le pensioni ai primi, il collasso, come detto, è inevitabile.

Cosa fare?

Il problema è grande e, al momento, irrisolvibile. Per continuare a pagare le pensioni, lo Stato emette da parecchi anni debito sotto forma di titoli di Stato, ma così facendo non crea ricchezza né lavoro. Anche perché lo fa anche per pagare gli stipendi dei troppi dipendenti statali. la realtà del debito pubblico italiano è tristemente questa. Non viene emesso per creare ricchezza in piani di sviluppo, ma per pagare stipendi e pensioni. Le soluzioni, come già ricordato nell’articolo sopra accennato, sono solo tre. Maggiore natalità, maggior immigrazione (regolare e di qualità) e pensioni integrative.

Bridge Asset
Bridge Asset

Consigliati per te

Ricevi un e-book in omaggio!

Basta inserire la tua mail per scaricare subito il nostro e-book
QUESTA È LA VITA DA TRADER!

Acconsento al trattamento dei miei dati personali secondo il GDPR 2016/679 UE per le comunicazioni da parte di Proiezionidiborsa S.r.l. in relazione alle iniziative proprie e/o di società controllate e/o collegate. Dichiaro, inoltre, di aver preso visione della Privacy Policy.