Quando dobbiamo spegnere i termosifoni se vogliamo evitare gravi problemi

Come abbiamo già visto in questo articolo è molto importante spegnere i termosifoni una volta che arriva la bella stagione. È importante farlo innanzitutto per evitare sprechi e spese inutili. Perché sprecare combustibile quando possiamo evitarlo?

È anche importante ricordarsi di spegnere i caloriferi per evitare multe e problemi con la legge, oggi vediamo quando dobbiamo spegnere i termosifoni se vogliamo evitare gravi problemi.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina FIT, il nuovo integratore che fa perdere peso in pochi giorni

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Varie fasce, ma non divise per colori

Forse non tutti sanno che i termosifoni vengono spenti in base a fasce stabilite su base nazionale. Vi è infatti una divisione in base alle province in base alle temperature medie di queste zone.

Vi sono sei zone stabilite in base alla rigidità del clima locale. I comuni siti in zona A, per esempio, sono quelli del Sud Italia con le temperature più alte. Quindi devono staccare i riscaldamenti prima, per la precisione entro il 15 marzo.

Poi abbiamo la zona B, composta da province sempre site al Sud, come Trapani, Crotone, Palermo e Messina che dovranno spegnere entro il 31 marzo.

Poi ci sono tutte le altre zone, site in luoghi più freddi della Penisola. L’ultima zona a dover spegnere i riscaldamenti domestici sarà quella E, in cui si trovano province del Nord Italia e quelle del Sud in zone montuose.

L’eccezione a questi spegnimenti programmati è la zona F, che include la provincia di Belluno, Cuneo e Trento e che non vede alcuna limitazione sull’accensione del riscaldamento.

Quando dobbiamo spegnere i termosifoni se vogliamo evitare gravi problemi

Le date di accensione e spegnimento sono delle importanti linee guida da seguire, per evitare sanzioni amministrative in caso di controlli.

Ovviamente in caso di maltempo e freddi prolungati ci possono essere ordinanze che vanno a modificare la possibilità di utilizzare i riscaldamenti, quindi non dobbiamo preoccuparci.

Ora non ci resta che andare a verificare in quale zona risediamo e agire di conseguenza.

Consigliati per te