Ecco come possiamo illuminare il giardino a costo zero senza prese elettriche

L’illuminazione del giardino e del terrazzo sono particolari che non vanno mai dimenticati nell’arredo dei nostri spazi outdoor.

In alcuni casi però non è presente una presa di corrente e quindi bisogna cercare un‘alternativa.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Aloe Vera Slim, il nuovo integratore che fa perdere peso in pochi giorni

SCOPRI IL PREZZO

Aloe Vera

Negli ultimi anni si sono diffuse le lampade solari a led. L’illuminazione solare per gli esterni è particolarmente economica per non dire gratuita. Una volta acquistato l’apparecchio luminoso (dai 18 euro in su), andremo velocemente ad abbattere ogni spesa sostenuta per l’acquisto.

In via generale possiamo descrivere l’illuminazione solare come faretti, sfere d’appoggio, applique o sospensioni dotati di un micropannello solare.

Illuminare il giardino a costo zero

Questa superficie solare va ad assorbire i raggi del sole, immagazzinando energia, per poi accendersi quando fa buio grazie ad un sensore crepuscolare. Non occorre alcuna presa elettrica e questo introduce un altro tema importantissimo per una luce esterna. Sono liberamente posizionabili e rimovibili.

Molti di questi faretti o apparecchi da illuminazione sono persino dotati di un timer per programmare l’accensione. La durata garantita è di 6-7 ore d’accensione.

Inoltre questi dispositivi illuminanti sono apparecchiature resistenti all’acqua. E anche alle polveri. La dicitura, che indica il livello di resistenza alla pioggia e e ad altri fenomeni  atmosferici, a cui dobbiamo prestare attenzione è  “IP+ numero a due cifre”.

Il primo numero dopo l’indice IP (letteralmente “International Protection”) indica il grado di resistenza a polveri o fumi. La classificazione va da 0 a 6 dove il 6 indica il massimo grado di resistenza, quindi un oggetto praticamente ermetico. Il secondo numero dopo IP indica, invece, la resistenza ai liquidi. Le classi vanno da 0 a 8, dove 8 segna il massimo livello di tutela.

Quando incontriamo quindi la dicitura “IP68”, abbiamo fra le mani un prodotto completamente ermetico e impermeabile.

Altro elemento da valutare è la presenza di un sensore di movimento. Quindi la luce si accenderà solo se vi sia qualcuno nei paraggi. Possiamo però optare per un’illuminazione sempre accesa nelle ore della notte.

Ecco come possiamo illuminare il giardino a costo zero senza prese elettriche con un pizzico di design.

Faretti a led con picchetto

In questo caso li dovremo puntare nella terra per illuminare un vialetto o degli scalini. Nelle aiuole sono davvero molto originali.

Faretti segnapasso

Questi faretti vengono fissati a muro tramite tasselli e servono a illuminare il passo dei nostri invitati.

Catene luminose

Per creare una bella atmosfera conviviale sono di moda le catene di luce proprio come quelle di Natale. Le strisce led vengono avvolte intorno ai bossi o agli alberelli che sono a dimora in giardino. Il piccolo pannello solare, invece, viene fissato nella terra poco distante dal resto della catena luminosa. Molto caratteristico, ad esempio, è un gazebo o un padiglione da giardino illuminato.

Ecco come possiamo illuminare il giardino a costo zero senza prese elettriche. Non solo solare!

Nel prossimo articolo tratteremo di ulteriori alternative al solare e all’elettricità per illuminare il giardino con un tocco di design.

Consigliati per te