Quando acquistiamo un letto nuovo non dimentichiamoci di controllare anche questo dettaglio spesso trascurato

Dormire bene è tanto importante quanto dormire abbastanza ore per notte. L’insonnia è un problema abbastanza comune e può essere scatenato da più fattori. Sicuramente avere un letto comodo e ideale per le nostre esigenze favorisce il sonno ristoratore. Il fatto è che spesso nella scelta del letto preferiamo prima l’estetica.

Una bella testiera decorata e imbottita, magari un letto contenitore che ci aiuti a guadagnare spazio in casa. Poi ci soffermiamo sulla scelta del materasso più comodo e che corrisponda anche alle nostre esigenze economiche. Purtroppo però non basta fare attenzione solo al tipo di materasso, bisogna valutare anche la qualità delle doghe.

Quando acquistiamo un letto nuovo non dimentichiamoci di controllare anche questo dettaglio spesso trascurato

Difficilmente ci mettiamo ad ispezionare le doghe del letto che vogliamo acquistare. Pensiamo che non sia un dettaglio importante, una vale l’altra. Invece anche scegliendo un materasso di ottima qualità e costoso rischiamo di rovinarlo in poco tempo. Questo perché la rete a doghe non è di buona fattura e oltretutto ne risentirà anche il nostro riposo.

Cosa controllare allora quando acquistiamo un letto nuovo? Prima di tutto controlliamo la distanza tra le doghe della rete. Se le doghe sono troppo distanziate tra loro la qualità non sarà ottima. Come riferimento prendiamo una mano, se tra due doghe ci passa abbondantemente una mano meglio evitare di acquistarla.

Controlliamo poi la resistenza del legno utilizzato. Le doghe migliori sono in legno di faggio, chiediamo sempre al rivenditore il legno utilizzato. Però possiamo anche capirlo subito a livello visivo, se le doghe sono molto chiare è probabile che siano in betulla. Questo legno in genere è molto leggero e non dà il supporto necessario al materasso. Con il rischio che con il passare del tempo il materasso si rovini e si affossi. Proviamo a sollecitare le doghe quando le ispezioniamo, se sono molto cedevoli evitiamo di acquistare la rete in questione.

Un ultimo consiglio

Come ultimo riferimento per capire la qualità della rete controlliamone il peso. Se la rete è facile da sollevare è probabile che le parti in metallo della struttura siano sottili. Soprattutto la stecca centrale che di norma serve a sostenere un letto matrimoniale. Più sarà pesante e spessa, più darà il sostegno necessario al materasso e al nostro peso.

Quando acquistiamo un letto nuovo non dimentichiamoci di controllare anche questo dettaglio spesso trascurato. Facciamo attenzione a questi particolari e così non solo il nostro letto sarà davvero comodo. In più eviteremo di deformare il materasso, aumentandone anche la longevità. Utilizziamo poi un copridoghe per proteggere al meglio il materasso ed evitare la polvere nei letti contenitore.

Approfondimento

Basta questo oggetto per dormire meglio e non preoccuparci della fastidiosissima polvere

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te