Pulire bordo e base del WC da nero, marrone e incrostazioni senza candeggina

Le pulizie di casa sono molto importanti. Entrare in una casa pulita trasmette subito una sensazione di piacevole benessere. Ci sono poi ambienti della casa dove l’igiene è ancor più fondamentale. Nello specifico, basti pensare a bagno e cucina. Qui, l’igiene va mantenuta a livelli massimi. Per questo motivo, ci apprestiamo a pulire queste stanze anche più volte al giorno, soprattutto dopo ogni utilizzo. Oltre a pavimenti e sanitari, in bagno occorre igienizzare con grande scrupolo e meticolosità ogni oggetto, anche quegli accessori che spesso non vengono in mente.

Per pulire e igienizzare la base del water molti usano candeggina, acido muriatico e silicone

Di certo, la tazza del water è la parte della stanza da bagno a cui è bene prestare attenzione. Si tratta infatti di una zona in cui germi e batteri riescono a prolificare molto velocemente e senza alcuna fatica. Lo sporco del water non è causato solamente dalle nostre deiezioni. La costante presenza di acqua crea infatti bruttissime macchie giallognole che, col passare del tempo, diventano marroni. Complice anche il calcare, tali macchie diventano nere fino a dar origine a vere e proprie incrostazioni. Ciò accade lungo il bordo della tazza stessa ma anche alla base del WC.

Questa zona è particolarmente insidiosa. Non viene pulita infatti neppure quando si lava il pavimento perché è piuttosto difficile da raggiungere. La base del WC e le altre parti in cui si notano antiestetiche macchie e incrostazioni vanno trattate in maniera idonea. Molti strofinano le parti incriminate con candeggina o addirittura acido muriatico. Sostanze quindi molto aggressive e anche maleodoranti. Altri ancora sigillano il bordo con del silicone. Ma anche questa soluzione, seppur piuttosto drastica, non risolve il problema appieno.

Pulire bordo e base del WC da nero, marrone e incrostazioni senza candeggina

Anzitutto si può provare con l’acido citrico, in genere molto efficace per il trattamento di incrostazioni provocate da muffa e calcare. Basta prendere 1 litro di acqua e miscelarvi 150 g di acido citrico. Travasare il tutto in uno spruzzino e vaporizzare sulle zone sporche. In alternativa all’acido citrico, sono validi anche altri prodotti casalinghi quali:

  • aceto;
  • sapone di Marsiglia;
  • succo di limone;
  • acqua ossigenata.

Ecco il prodotto per ottenere un eccezionale effetto sbiancante

Oltre ai rimedi casalinghi appena esposti, è importante ricordare l’importanza del bicarbonato di sodio, grazie alla sua funzione sbiancante. Utilizzarlo è semplice. Basta miscelarne un po’ con dell’acqua fino a ottenere una pasta piuttosto densa. Distribuire il composto lungo tutto il bordo della base del WC e attendere 15 o 20 minuti. Dopodiché, strofinare con un panno morbido e pulito. Ecco quindi vari sistemi per pulire bordo e base del WC da antiestetiche macchie e incrostazioni.

Il test di prova

Prima di mettere in atto una delle tecniche appena spiegate, è fortemente consigliato fare una prova in un punto del water non visibile, ad esempio sul retro. Così facendo, non si rischierà di danneggiare il materiale nei punti più esposti ed evidenti.

Lettura consigliata

Ne basta una bustina per pulire il WC eliminando macchie gialle, puzza e incrostazioni senza bicarbonato, candeggina né acido citrico

Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te