Produciamo i semi di queste piante dell’orto a fine agosto e settembre

Sono sempre di più gli italiani appassionati di giardinaggio che hanno deciso di intraprendere un passo importante: prodursi da sé le sementi per il proprio orto o giardino. La produzione di sementi non è un processo così esoterico come si potrebbe pensare. Bastano in realtà poche e semplici regole per produrre da noi le sementi di qualità necessarie per produrre ottimi ortaggi l’anno prossimo. Vediamo di quali piante possiamo raccogliere il seme in questo periodo e come assicurarci che i semi si conservino per mesi.

Pomodoro e peperoni

Le piante di cui è più facile produrre i semi in questo periodo sono i pomodori, i peperoni, gli zucchini e le zucche. La loro raccolta è relativamente semplice. Selezioniamo tra le nostre piante quella più sana e robusta e con i frutti migliori. Per quanto riguarda pomodori e peperoni, procediamo così. Lasciamo che uno di questi frutti vada a maturazione completa. Quando il frutto è perfettamente maturo, possiamo raccoglierlo.

Estraiamo quindi dal frutto una abbondante quantità di semi, e sciacquiamoli con molta attenzione sotto l’acqua corrente. Poi immergiamoli in una ciotola d’acqua. Lasciamoli in immersione per qualche ora. Poi estraiamoli e mettiamoli ad asciugare su uno strato di carta in un luogo ventilato e rigorosamente secco. Dovranno essere completamente asciutti prima di ritirarli. Quando saranno secchi, mettiamoli all’interno di un contenitore con dei piccoli buchi (un vecchio salino andrà benissimo) in modo che non si formi umidità all’interno che potrebbe far marcire i semi.

Produciamo i semi di queste piante dell’orto a fine agosto e settembre

Le altre piante di cui possiamo facilmente produrre i semi in questo periodo sono zucche e zucchine, e loro parenti come le zucchette di Albenga. Facciamo così: lasciamo che uno dei frutti vada a maturazione completa. Lasciamogli abbondante spazio perché i frutti di queste piante possono diventare anche molto grandi. Quando il frutto sarà completamente maturo noteremo che la buccia diventerà dura e quasi ‘legnosa’. A questo punto, possiamo raccoglierlo. Anche in questo caso laviamo accuratamente i semi e premuriamoci che siano completamente asciutti prima di ritirarli in un contenitore non ermetico.

Produciamo i semi di queste piante e conserviamoli durante l’inverno in un luogo fresco, asciutto e buio, senza sbalzi di temperature. Produrranno delle sane e robustissime piantine in primavera.

Lettura consigliata

Basta zucchini in padella o al forno, proviamo questa ricetta leggerissima e fresca per servirli in modo originale

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te