Potrebbe essere il momento giusto per investire su queste azioni

Comprare azioni di società gestite bene potrebbe essere il primo passo verso un investimento di successo. Un esempio di società virtuosa che anche nel mezzo di questa crisi sta andando molto bene è Brembo.

Della difficoltà del settore automotive, e non solo, di fornire componenti sia per la realizzazione di nuove auto che per le parti di ricambio è cosa nota. Brembo, grazie a un’ottima solidità finanziaria e alla lungimiranza del management, sta soffrendo meno dei suoi competitors conquistando nuove fette di mercato.

La spiegazione di quanto sta accadendo è nelle parole dell’amministratore della società Tiraboschi

Una situazione (ndr la mancanza di materie prime) che ha iniziato a palesarsi a fine 2021, peggiorando poi con la guerra in Ucraina. Brembo si è dotata di un magazzino overstocking di ben 140 milioni che garantisce il servizio puntuale.

Questa posizione privilegiata della società, unità alla valutazione basata sui fondamentali, rende il titolo Brembo un potenziale buon candidato da inserire in un portafoglio di investimento.

Quanto valgono queste azioni secondo l’analisi fondamentale?

Se si guarda al rapporto tra prezzo e utili, Brembo è sottovalutato dell’8% circa rispetto ai suoi competitors italiani. Secondo il rapporto Price to Sales (PS), invece, il titolo è sopravvalutato essendo superiore alla media del settore di riferimento. Tuttavia, il rapporto tra capitalizzazione e fatturato è di poco inferiore a 1. Infine, il fair value, calcolato con il metodo del discounted cash flow, esprime una sottovalutazione di circa il 20%.

L’indice di liquidità è molto superiore a 1, per cui non ci sono problemi riguardo la situazione finanziaria. Inoltre, il rapporto tra debito e capitalizzazione è pari a circa il 50%, un ottimo risultato. Si comprende, quindi, come la società abbia potuto prevenire le conseguenze della crisi sul mercato delle materie prime.

Secondo alcune riviste specializzate gli analisti hanno un consenso medio mantenere e un prezzo obiettivo medio che esprime una sottovalutazione del 30% circa.

Secondo l’analisi grafica potrebbe essere il momento giusto per investire su queste azioni

Il titolo Brembo (MIL:BRE) ha chiuso la seduta del 16 settembre a quota 9,03 euro, in ribasso del 2,38% rispetto alla seduta precedente.

La situazione sul titolo è abbastanza incerta. Come si vede dal grafico, infatti, da marzo in poi le quotazioni si stanno muovendo all’interno di un ampio range laterale individuato dai livelli 8,63 euro – 10.59 euro. Solo la rottura di uno di questi livelli potrebbe dare direzionalità al titolo e potrebbe essere il momento giusto per investire su queste azioni.

Lo scenario rialzista è indicato in figura dalla linea tratteggiata, quello ribassista, invece, dalla linea continua.

brembo

Lettura consigliata

Come sta andando la Borsa di Milano e cosa attendere da ora in poi

I risultati delle previsioni presenti in questo articolo si basano su calcoli statistici spiegati negli ebook pubblicati da ProiezionidiBorsa ed elaborati sulla base dello storico dei prezzi a disposizione. (Ricordiamo, inoltre, di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te