Pochi conoscono il metodo infallibile per pulire a fondo le fughe dei pavimenti 

Fra le faccende domestiche della casa, pulire le fughe dei pavimenti è una di quelle che richiedono più attenzione. Ci sono tanti prodotti per rendere le fughe pulite e libere dalle incrostazioni. Tuttavia pochi conoscono il metodo infallibile per pulire a fondo le fughe dei pavimenti.

I rimedi più comuni

Se in casa abbiamo dei pavimenti piastrellati come quelli in gres, sicuramente fra le piastrelle c’è quella distanza che mette molte donne in tilt. Col tempo la sporcizia si accumula e peggio s’incrosta, per cui è difficile pulirle. Bisogna ricorrere a qualche buon sistema per farle ritornare come nuove. Fra i prodotti più utilizzati ci sono l’aceto e il bicarbonato, degli agenti pulenti molto efficaci in diverse situazioni.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Aloe Vera Slim, l'integratore naturale che ti fa perdere peso velocemente

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Pochi conoscono il metodo infallibile per pulire a fondo le fughe dei pavimenti

Tuttavia c’è anche la possibilità di prevenire la sporcizia delle fughe. In effetti quando si scopa il pavimento, della sporcizia non viene rimossa e resta nelle fughe. Quando si passa poi con lo straccio per lavare, l’azione del panno spesso non penetra nelle fughe.

Queste sono più basse rispetto alle piastrelle, per cui il panno pulisce bene queste ultime ma in modo approssimativo le fughe. Anzi a volte è proprio il panno bagnato col detersivo per pavimenti che incrosta ancora di più la fuga. Così i residui di polvere sono spinti in giù dallo straccio e incollati ancor di più al fondo delle fughe. Ciò grazie anche alle saponine del potente detersivo per pavimenti. La cosa migliore invece è ramazzare bene le fughe con una buona scopa.

La scopa giusta

Per raccogliere meglio dalle fughe la sporcizia che vi si trova è certamente meglio usare una scopa adatta al caso. Le scope più utilizzate in casa hanno le setole basse, un po’ rade e sono un po’ larghe alla base. Sono le scope più comuni in commercio e vanno bene per le superfici lisce come il parquet.

Invece per le fughe sarebbe più opportuno una scopa a setole alte, fitte fra di loro e strette nella superficie battente. Insomma la classica scopa da esterno ma ben fitta e stretta. L’azione di questa certamente permetterà una pulizia più accurata delle fughe.

Anche la tecnica di pulizia è importante. Invece di scopare in obliquo fra le fughe delle piastrelle, bisogna seguire la direzione esatta che hanno, prima in senso verticale e poi in senso orizzontale.

In questo modo avremo delle fughe pulite e perciò facilmente lavabili.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te