Piante di basilico sempre sane e rigogliose grazie a questi semplici passaggi fondamentali

Il basilico è forse la pianta aromatica più coltivata nei balconi e giardini degli italiani.
Molti la sfruttano non solo per insaporire i piatti, ma anche per allontanare gli insetti, o per creare dei potenti oli essenziali.
Questi vengono utilizzati in aromaterapia per regolarizzare l’attività intestinale, per placare sintomi influenzali e per combattere l’insonnia.

In questo articolo, però, concentreremo l’attenzione su alcuni errori che si commettono una volta acquistate delle piantine di basilico.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Aloe Vera Slim, l'integratore naturale che ti fa perdere peso velocemente

SCOPRI IL PREZZO

Aloe Vera Slim

Piante di basilico sempre sane e rigogliose grazie a questi semplici passaggi fondamentali

Uno degli errori più comuni dopo l’acquisto è quello di lasciare il basilico lì dov’è, senza effettuare il rinvaso. Infatti, all’interno di questi vasetti le piantine soffrono la troppa vicinanza tra di loro.
Quindi il primo passo sarà quello di sfilare il vasetto e dividerle, applicando una leggera pressione con le dita sul terreno.

A questo punto si possono collocare in un vaso più ampio, ben distanziate, inserendo un terriccio leggero, ricco di nutrienti e ben drenato.
Dal momento che il basilico ha bisogno di molta acqua, bisogna fare attenzione ai ristagni. Infatti, questa è una delle cause principali che porta le radici della pianta a marcire.

Oltre al terreno ed all’irrigazione, un altro fattore fondamentale è l’esposizione.
Le piante di basilico, infatti, crescono prosperose in luoghi luminosi, ma ombreggiati, senza quindi la luce diretta del Sole.

Un altro importante intervento da effettuare, consiste nella cimatura dei fiori.
In estate, infatti, le piante di basilico tendono a fiorire, investendo la maggior parte della loro energia in questa operazione, a discapito delle foglie.
Quindi appena gli apici della piantina inizieranno a produrre il fiore, basterà staccare la cima, lasciando intatte le foglie posizionate appena sotto.

Un ultimo trucco

Quindi avremo piante di basilico sempre sane e rigogliose grazie a questi semplici passaggi fondamentali. Ma non è finita qui. Un ultimo accorgimento da prendere in considerazione riguarda il prelievo di foglie nel momento del bisogno.

Quando servono delle foglie di basilico per insaporire i piatti, molti commettono l’errore di staccare quelle che si trovano a metà fusto. Queste, infatti, sono di solito le foglie più invitanti e più belle da vedere.
In questo modo, però, non si farà altro che svuotare la pianta ed interrompere la sua normale crescita.
Quindi il consiglio è quello di prelevare sempre le foglie più in cima, tagliando con delle forbici la porzione di fusto che ci interessa.

Approfondimento

Il trucco geniale per avere basilico infinito a costo zero e sempre a portata di mano per tutto l’anno.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te