Perché mangiare 2 chiodi di garofano al giorno farebbe bene e cosa contengono

Le spezie che possiamo utilizzare a tavola, per arricchire le nostre pietanze, sono davvero infinite. Oltre a donare un tocco di classe in più, vari studi hanno affermato che hanno tanti benefici. Tra queste ci sono i chiodi di garofano. Sono utilizzati molto come spezia in cucina. Sono molto profumati e caratteristici e presentano una colorazione tendente al marrone.

Cosa contengono i chiodi di garofano

100 g di prodotto apportano 274 kcal. Il resto dei valori nutrizionali è distribuito così:

  • 10 g di acqua;
  • 6 g di proteine;
  • 13 g di lipidi;
  • 65 g di carboidrati;
  • 34 g di fibra.

Contengono anche diversi sali minerali come calcio, ferro, magnesio, fosforo e potassio. Sono tante anche le vitamine. Infatti troviamo la vitamina A, B, E, K.

Perché mangiare 2 chiodi di garofano al giorno farebbe bene e cosa contengono

Dunque, anche i chiodi di garofano sembrerebbero avere dei benefici. Fra le varie proprietà che verrebbero attribuite a questo alimento senza dubbio c’è la capacità di essere antisettici e antinfiammatori. Difatti, in antichità, venivano utilizzati dagli Egizi per imbalsamare i cadaveri. Questo perché, grazie all’elevato potere antisettico e anche antimicrobico, allontanavano funghi e batteri.

Perché fanno bene?

Proprio grazie alle proprietà antisettiche, da diversi studi, è emerso che l’olio derivante dai chiodi di garofano proteggerebbe dai batteri Gram-positivi. Sarebbero utilizzati anche per:

  • digestivo, li utilizzano sotto forma di infuso. Potrebbe essere utile per eliminare i gas intestinali. Basterebbe mangiare 2 chiodi di garofano per stare meglio;
  • alitosi, toglierebbero anche la puzza dell’aglio;
  • antiossidante, ridurrebbero l’invecchiamento cellulare;
  • mal di denti, bisognerebbe applicare un chiodo di garofano vicino al dente dolente;
  • mal di testa, si potrebbe prendere l’infuso o semplicemente masticare il chiodo di garofano. Li si utilizza anche per la stanchezza mentale;
  • conservare i cibi, ritarderebbero il processo di ossidazione.

Dunque, da quello che possiamo dedurre, li potremmo definire dei super food.

Come utilizzarli

Tra i vari benefici che abbiamo adesso citato, si userebbero anche per nausea e vomito. In questi casi si va a preparare una tisana in un modo molto semplice. Serviranno solo 3 o 4 cucchiai di chiodi di garofano e 1 bicchiere di acqua. Si porta a bollore e, non appena raggiunge la temperatura, si lascia a riposare fino a quando la tisana non risulterà essere tiepida.

I chiodi di garofano si utilizzano molto per insaporire diverse pietanze. Ad esempio, se vogliamo preparare le verdure con il curry, sarà fondamentale aggiungere anche i chiodi di garofano. Vengono utilizzati non solo per le pietanze salate, ma anche per la realizzazione di diversi dolci e biscotti. La dose consigliata giornaliera è relativamente minima, perché mangiare 2 chiodi di garofano al giorno farebbe bene alla salute e soprattutto alla digestione. Ovviamente bisogna sempre sentire il parare del proprio medico.

Lettura consigliata

Scopriamo perché la cipolla fa piangere e cosa contiene

Il contenuto di questo articolo è stato letto, corretto e approvato dal referente scientifico, Dr. Raffaele Biello.
Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te