Per comprare casa più facilmente in arrivo nuovo Bonus da 30.000 euro

La casa è uno dei beni degli italiani più ambiti. Oltre l’80% delle famiglie italiane possiede una prima casa, così come la quasi totalità delle famiglie con almeno due componenti possiede almeno due auto. Case e auto sono i prodotti durevoli più amati dai nostri concittadini.

Il Fisco lo sa e sommerge di tasse e imposte questi due beni. Pensiamo alla tassa di proprietà dell’auto, ancora impropriamente chiamata bollo. Oppure pensiamo alle accise sulla benzina che solo il Governo Draghi è riuscito ad abbassare di 30 centesimi. Eppure questa misura, sbandierata nella precedente campagna elettorale, è totalmente scomparsa in questa. Nessuno pensa di rendere permanente la misura che questo Esecutivo ha preso alcuni mesi fa.

Prestiti 2022

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 5051 - 6566+

Clicca sull'età

Prestiti 2022

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 50

51 - 65

66+

Clicca sull'età

Le tasse sulla casa

Anche le case hanno un carico di imposte e tasse non indifferente. Pensiamo all’IMU, l’Imposta municipale unica, che per fortuna viene applicata solamente alle seconde case e agli immobili di lusso. La TASI, abolita al 31 dicembre 2019, è confluita nell’IMU. Ma rimane la TARI, la Tassa sui rifiuti urbani.

Le famiglie vedono la casa anche come un investimento e sono disposte ad accendere un mutuo per comprare un appartamento. Nonostante le banche mettano a disposizione fino all’80% del valore dell’immobile, per molti acquistare una casa è ancora un sogno. Talvolta i risparmi non sono sufficienti e le banche non erogano il prestito ipotecario senza alcune indispensabili garanzie.

Per comprare casa più facilmente in arrivo nuovo Bonus da 30.000 euro

Alcune amministrazioni locali cercano di aiutare le famiglie che non possono permettersi un appartamento mettendo a disposizione dei contributi a fondo perduto. Per esempio, l’Emilia Romagna ha appena varato un provvedimento che prevede un Bonus fino a 30.000 euro per chi vuole acquistare una prima casa.

Questo contributo è rivolto a chi ha residenza in Emilia Romagna o vi lavora stabilmente. Inoltre può usufruire di questo incentivo la famiglia che ha un ISEE familiare inferiore ai 50.000 euro.

Il contributo può essere usato per comprare casa in uno dei 121 Comuni indicati dal bando. Chi volesse partecipare deve inoltrare la domanda online a partire dalle ore 10 del 12 ottobre, fino alle ore 10 del 12 novembre. In base alle domande verrà redatta una graduatoria e chi rientra ha 9 mesi di tempo per acquistare casa sfruttando il Bonus. La Regione verserà direttamente sul conto corrente del proprietario l’importo stabilito.

Bonus ristrutturazione

La Regione Emilia Romagna non è la sola a mettere a disposizione dei contributi per le famiglie che desiderano comprare un appartamento. Per comprare casa più facilmente una Regione di recente ha messo a disposizione fino a 150.000 euro a chi ristrutturava un immobile in alcuni Comuni.

Per non parlare delle case a 1 euro. In questo caso l’amministrazione locale non offre nessun contributo, ma permette di acquistare un immobile al prezzo simbolico di 1 euro. Il Comune chiede in cambio che il proprietario si impegni alla sua ristrutturazione entro un determinato periodo temporale. In certi casi si potrebbe ancora sfruttare il Bonus al 110%.

Approfondimento

Le case a 1 euro perché costano così poco e cosa si nasconde dietro questa offerta?

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te