Pausa in arrivo per il rialzo di Poste Italiane?

poste italiane

Era da oltre un anno che le quotazioni di Poste Italiane non segnavano sei sedute consecutive con chiusura maggiore dell’apertura. Un chiaro segnale di forza che è la naturale conseguenza del test dei minimi del 2020 visti nel corso della precedente proiezione ribassista e del superamento di un’importante resistenza indicata nell’analisi medio/lungo periodo pubblicata qualche mese fa.

Ci sono, quindi, le condizioni per una ripresa di medio/lungo periodo, anche se nel breve potrebbe esserci una pausa in arrivo per il rialzo di Poste Italiane. Di questo, però, ci occuperemo dopo.

A proposito dei probabili futuri rialzi del titolo ricordiamo alcuni dati molto importanti. Le quotazioni dopo avere segnato un massimo storico nell’ottobre del 2021 hanno intrapreso un ribasso che nel giro di 48 settimane le ha portate a una discesa di poco superiore al 40%. Un ribasso di questa importanza si era verificato una sola volta nella storia borsistica di Poste Italiane, cominciata nell’ottobre del 2015. È stato in corrispondenza dello scoppio della pandemia. In quell’occasione il ribasso è stato di poco superiore al 47%, ma si è concretizzato in 4 settimane. In quel caso è servito poco più di un anno e mezzo per recuperare tutta la discesa.

Prima di passare all’analisi grafica, per chi fosse interessato segnaliamo questo articolo in cui si mostra quanto fruttano 4.000 euro in banca o Poste a 1 anno e con il capitale garantito.

Pausa in arrivo per il rialzo di Poste Italiane? Le indicazioni dell’analisi grafica

Il titolo Poste Italiane (MIL:PST) ha chiuso la seduta del 31 ottobre a quota 8,82 euro, in rialzo dello 0,52% rispetto alla seduta precedente.

La proiezione in corso è rialzista, ma da tre sedute sta cercando di avere ragione della resistenza in area 8,852 euro (II obiettivo di prezzo). Questa difficoltà potrebbe preludere a una pausa del rialzo in corso con ritorno sul supposto in aera 8,218 euro. Solo la rottura di questo livello potrebbe spingere fare invertire la tendenza in corso su Poste Italiane al ribasso.

In caso contrario, il superamento di area 8,852 euro potrebbe favorire il raggiungimento della massima estensione rialzista in area 9,486 euro (III obiettivo di prezzo).

poste italiane

Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te