Parte da 680 euro la multa per l’automobilista che dimentica questa importante scadenza

Per chi possiede un’automobile le scadenze da ricordare sono veramente numerose ed alcune sono punite con sanzioni pesanti. Per esempio, parte da 680 euro la multa per l’automobilista che dimentica questa importante scadenza. Si tratta dei termini previsti per effettuare la revisione dell’auto.

Le scadenze da ricordare

La prima revisione deve essere effettuata trascorsi 4 anni dall’immatricolazione entro il mese di rilascio della carta di circolazione. Le revisioni successive sono più frequenti. Vanno effettuate ogni 2 anni entro il mese in cui è stato effettuato l’ultimo controllo.

Ecco qualche esempio materiale. Auto nuova acquistata, e quindi immatricolata, a febbraio 2015. La prima revisione deve avvenire entro febbraio 2019. La seconda revisione va fatta entro la fine di febbraio del 2021.

Se il proprietario non ricorda quando scade la revisione

La data dell’ultima revisione è riportata sul libretto o carta di circolazione dell’auto. Se siamo seduti al PC e non vogliamo dimenticarci questa verifica possiamo utilizzare il portale dell’automobilista. È disponibile a questo link.

Parte da 680 euro la multa per l’automobilista che dimentica questa importante scadenza e può addirittura aumentare. Vediamo in quali casi.

Revisione scaduta ed assicurazione dimenticata

Se oltre alla revisione è scaduta anche l’assicurazione la multa per questa seconda violazione va da 848 euro ad 3.396 euro.

Quanto costa la revisione

La Motorizzazione civile offre questo servizio per una cifra di 45 euro. Occorre informarsi bene presso la Motorizzazione del proprio comune perché la somma può variare. Molti preferiscono rivolgersi ad officine private per una cifra che si aggira intorno ai 70 euro. Anche in questo caso è bene verificare eventuali promozioni che ormai sono frequenti nel settore auto.

Anche essere clienti abituali sempre della stessa officina può servire a spuntare un prezzo migliore. Inoltre essere clienti abituali ha offre un altro grandissimo vantaggio. L’officina manderà a casa dell’automobilista una lettera dopo due anni per ricordargli che la revisione sta per scadere. L’officina stessa ci aiuterà a non prendere la multa.

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te