Pagare solo la differenza di orario su multa per ticket scaduto è possibile ma non evita alcune conseguenze 

Parcheggiare l’auto nei posti contrassegnati dalle strisce blu prevede il pagamento del ticket orario. Occorre munirsi del bigliettino, comprato in edicola o al bar o inserendo le monetine nel parchimetro (adesso anche con strumento di pagamento con carta di credito a app). Si è in regola solo per il corrispettivo pagato in base alla tariffa oraria. L’ausiliario del traffico può multare l’automobilista, se il ticket pagato è scaduto. Molti si chiedono se è possibile pagare solo la differenza di orario e non la multa intera. Anzi, molti calcolano la differenza e pagano solo quella, non curanti di essere ancora fuori regola

Pagare solo la differenza di orario su multa per ticket scaduto è possibile ma non evita alcune conseguenze 

Parcheggiare senza esporre il ticket, oppure senza pagarlo, o ancora se la sosta si protrae oltre il tempo pagato, sono tutte situazioni che la Legge punisce. E non ci sono particolari differenze. In effetti la sanzione prevista è sempre la stessa, cioè 41 euro (nella stragrande maggioranza delle città). Anche ritardare di qualche minuto il rinnovo della sosta con pagamento di un nuovo ticket espone alla stessa multa di chi non ha provveduto proprio a pagare. Stessa sanzione per tutti, per violazione delle regole sulla sosta a pagamento. Sono le norme generali dei parcheggi a pagamento sulle strisce blu. Dal punto di vista oggettivo, una ingiustizia vera e propria. Ma le regole sono regole e non c’è nulla da fare. 

Pagare solo la differenza di tempo di sosta, giusto moralmente, non secondo la Legge 

Proprio per l’evidente ingiustizia, che accomuna chi non paga proprio a chi invece ha pagato, ma non per il tempo effettivo di sosta, qualcuno pensa sia lecito “farsi giustizia da soli”. Pagando solo il corrispettivo della differenza di orario. Pagare solo la differenza di orario su multa per ticket è una iniziativa che molti prendono. In pratica, in barba al verbale da 41 euro, c’è chi sceglie “una via autoctona”. Usare un bollettino di conto corrente postale in bianco, intestarlo e pagare i pochi euro di differenza tra la sosta pagata e quella senza ticket. 

Ma è una pratica che non è lecita e soprattutto inutile. Pagare solo la differenza di orario verrà considerato come un pagamento insufficiente. Non servirà per azzerare il debito. La multa sarà ancora inevasa. Ciò che è stato pagato comunque, verrà scorporato dalla multa. Che però continuerà il suo corso. Si tratta di una multa evasa, che diventerà ruolo e quindi cartella esattoriale a tutti gli effetti. 

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te