Un’ottima soluzione per chi non vuole lasciare i soldi sul conto corrente e cerca rendimenti molto interessanti

Le video guide di PdB - Iscriviti al nostro canale per seguire i nostri eventi e format

Un risparmiatore alla ricerca di rendimenti interessanti ma con un profilo di rischio moderato, dovrebbe guardare ai corporate bond. Sono obbligazioni emesse da aziende che hanno spesso un rating anche maggiore dei titoli di Stato italiani. La differenza è che dietro a bond governativi c’è uno Stato e dietro un corporate bond c’è una azienda.

Gli Esperti di ProiezionidiBorsa hanno acceso un focus su una obbligazione societaria con scadenza nel settembre del 2022 e una cedola del 5%. Un’ottima soluzione per chi non vuole lasciare i soldi sul conto corrente e cerca rendimenti molto interessanti.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Acquista lo smartwatch XW 6.0 con il 70% di sconto

Scopri ora l'offerta

Smartwatch

Un’ottima soluzione per chi non vuole lasciare i soldi sul conto corrente e cerca rendimenti molto interessanti

Sul segmento MOT di Borsa italiana sono quotate molte obbligazioni. Tra queste c’è anche Ricci, un mini bond (Isin: IT0005340432) che fu emesso ad agosto del 2018. Mini perché la sua emissione è stata di soli 4 milioni di euro. Ricci è una azienda romana attiva nell’ambito delle costruzioni, in particolare nel settore dell’impiantistica.

Questo bond ha due caratteristiche molto interessanti per chi volesse diversificare il suo portafoglio. Ha una cedola del 5% annuo e una scadenza a settembre del 2022, quindi tra poco meno di due anni.

Un rendimento super per questi tempi

La sua relativamente breve durata residua, fa del bond un interessante investimento per chi ha un obiettivo a 24 mesi. Una soluzione adatta per chi volesse trovare una allocazione diversa alla liquidità lasciata sul conto corrente.

Il prezzo attuale di 95,5 centesimi, fa sì che il rendimento a scadenza sia circa il 7,7% annuo lordo. Questo grazie alla due cedole del 5% ancora da incassare. Inoltre, grazie al prezzo sotto la pari, l’acquisto richiede un importo in denaro minore del valore nominale di 1.000 euro.

In conclusione

Per chi cercasse alternative all’investimento in titoli di Stato, ma volesse rimanere sul settore obbligazionario, questo titolo può essere una valida alternativa. I suoi pregi sono, una durata residua relativamente breve (viene rimborsato nel settembre 2022). Una cedola formidabile del 5% annuo. Un rendimento a scadenza di oltre il 7,7% annuo lordo, se preso ai prezzi sopra indicati.

Approfondimento

Chi ha tra 1.000 e 5.000 euro di risparmio deve investirli in questo modo per ottenere il massimo.

Le video guide di PdB - Iscriviti al nostro canale per seguire i nostri eventi e format

Consigliati per te