Opportunità di lavoro per 3.000 diplomati da non perdere partecipando a questo concorso in uscita a breve

Il periodo che sta seguendo alla pandemia da Coronavirus è ricco di concorsi e di opportunità per laureati e diplomati.

Per la maggior parte di concorsi che si stanno svolgendo in questi giorni è stata prevista la possibilità di procedere presso sedi decentrate in maniera non contestuale. La l. 76/2021 ha, infatti, introdotto delle nuove regole per i bandi di concorso pubblici.

Lo scopo è quello di rendere più rapide le selezioni per permettere alla PA di disporre del personale necessario nel più breve tempo possibile.

Le prove saranno due, uno scritto più orale con possibilità di utilizzare strumenti informatici. Inoltre sarà prevista anche la valutazione dei titoli posseduti dal candidato oltre che l’esperienza di servizio.

Tuttavia alcuni concorsi saranno esclusi da queste procedure di tipo semplificato. Personale della carriera diplomatica, magistrati ordinari, amministrativi e contabili oltre ai professori universitari non sosterranno concorsi semplificati.

Opportunità di lavoro per 3.000 diplomati da non perdere partecipando a questo concorso in uscita a breve

Tra i concorsi di cui ancora non è stato pubblicato il bando suscita interesse quello per operatori Data Entry Ministero della Giustizia. Il concorso per l’assunzione a tempo determinato di 3.000 persone è previsto dal Decreto Reclutamento n. 80/2021 convertito nella legge 113/2021.

L’obiettivo è quello di velocizzare il processo di digitalizzazione negli uffici giudiziari attraverso l’assunzione di soggetti che si occuperanno della parte informatica.

Da quello che è trapelato si capisce che le mansioni degli operatori saranno legate all’utilizzo del PC e inserimento di dati e codici. Inoltre sarà richiesta la capacità di utilizzare i maggiori software informatici, capacità di scrittura e trascrizione di informazioni registrate.

Come già specificato in precedenza le assunzioni saranno a tempo determinato con durata massima di 36 mesi.

Per maggiori informazioni sulle prove e sui requisiti, tuttavia, sarà necessario aspettare l’uscita del bando.

Requisiti

Per l’elenco definitivo dei requisiti per accedere al concorso sarà necessario attendere l’uscita del bando prevista tra la fine del 2021 e l’inizio del 2022.

Sarà richiesto il diploma di istruzione secondaria di secondo grado e, oltre alle conoscenze informatiche, la conoscenza di una lingua straniera.

Molto probabilmente il concorso potrà essere svolto anche presso le sedi decentrate e la procedura sarà gestita da Ripam.

Il consiglio è quello di procurarsi un manuale e cominciare a studiare per affrontare la prova preparati.

Alla pubblicazione del bando, infatti, sarà possibile avere già una buona preparazione. Quindi, opportunità di lavoro per 3.000 diplomati da non perdere partecipando a questo concorso in uscita a breve.

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te