Oltre a piantare i pomodori ad aprile non dimentichiamoci di seminare nell’orto questo ortaggio per avere abbondanti raccolti a giugno

Il mese di aprile è ideale per ricominciare a occuparsi dell’orto, sia in piena terra che in vaso. Infatti, le temperature si alzano e il momento è perfetto per preparare l’orto in vista dell’estate.

Tra gli ortaggi che possono essere coltivati proprio all’inizio del periodo primaverile troviamo i broccoli da trapiantare e le biete da costa da seminare. Tuttavia non si tratta delle uniche coltivazioni, oggi si andrà alla scoperta del pisello nano. Si tratta di un ortaggio che può essere seminato fino ad aprile per ottenere i raccolti fino a metà giugno. Molto facile da coltivare dal momento che, rispetto alle altre varietà di piselli, non necessita di sostegni. I semi si possono acquistare tranquillamente presso un vivaio specializzato a prezzi relativamente modici. Teme molto le temperature alte. Per questo motivo, nelle regioni in cui la primavera è molto mite, è preferibile procedere solamente fino alla fine di marzo. Nel Nord Italia si consiglia di non superare la metà di aprile, per questo sono gli ultimi giorni utili per procedere.

Oltre a piantare i pomodori ad aprile non dimentichiamoci di seminare nell’orto questo ortaggio per avere abbondanti raccolti a giugno

Il pisello nano si potrà coltivare in terreni non troppo argillosi, ma neppure troppo drenati. Prima di procedere con la semina si consiglia di smuovere il suolo utilizzando una vanga o una zappetta.

Non è necessario scavare in profondità, sarà sufficiente una piccola buca profonda una decina di centimetri. Con un rastrello, poi, appiattire la zona in cui si procederà con la semina per evitare ristagni di acqua che potrebbero essere dannosi per la coltura. Le file di semina dovranno essere distanti almeno quaranta centimetri l’una dall’altra. I piselli nani nasceranno e cresceranno senza bisogno di particolari cure. Si consiglia di procedere con pacciamature post semina, queste ridurranno il lavoro successivo. Infatti, così si riuscirà a limitare la crescita di erbe infestanti che potrebbero danneggiare la coltura.

Se non si è pacciamato preventivamente, l’unico lavoro da effettuare sarà, appunto, l’eliminazione delle infestanti. Oltre a questo bisognerà procedere ad irrigazioni regolari nel caso di periodi siccitosi. In questa primavera appena arrivata le piogge scarseggiano, per questo motivo meglio irrigare, ma senza esagerare. Inoltre, il pisello nano è un ortaggio che non necessita di concimazione e che ama un’esposizione soleggiata.

Cosa piantare dopo

Dopo la raccolta dei piselli nani, che andrà avanti fino a giugno inoltrato, si potrà procedere con la semina di altri ortaggi. Tra questi saranno perfetti i cavoli, ma anche i pomodori o le zucchine e i finocchi. Quindi, oltre a piantare i pomodori ad aprile, non dimentichiamoci di seminare i piselli nani, che ci daranno moltissime soddisfazioni in estate.

Approfondimento

Oltre ai broccoli da trapiantare ecco cosa seminare ad aprile nell’orto per fare il pieno di ortaggi deliziosi in estate

Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te