Non tutti sanno quanto si prende in busta paga per malattia, maternità, paternità e tubercolosi nel 2021

L’INPS, con la circolare n. 68 del 22 aprile, ha pubblicato gli importi per il calcolo delle prestazioni economiche di malattia, maternità, paternità e di tubercolosi. Con riferimento ai periodi di paga compresi nell’anno 2021. In particolare, i nuovi importi sono calcolati sulla base della variazione percentuale degli indici ISTAT. Non tutti sanno quanto si prende in busta paga per malattia maternità, paternità e tubercolosi nel 2021. La Redazione informa, pertanto, i Lettori sugli importi relativi ai salari medi, convenzionali e altre retribuzioni di riferimento 2021, per le seguenti categorie di lavoratori.

Lavoratori soci di società e di enti cooperativi e lavoratori agricoli

Per tali lavoratori i trattamenti economici previdenziali (malattia, maternità/paternità, tubercolosi), periodi di paga 2021, si liquidano sulla base della retribuzione del mese precedente. Non deve essere inferiore al minimo giornaliero per legge pari ad euro 48,98.

Per i lavoratori agricoli, a tempo determinato, la retribuzione di base per la liquidazione delle suddette indennità, non può scendere al di sotto di euro 43,57.

Lavoratori domestici

Per costoro, ai fini del calcolo per congedo di maternità/paternità, nel 2021, devono utilizzarsi le seguenti retribuzioni convenzionali orarie, già stabilite per i contributi:

  • 7,17 euro, per retribuzioni orarie effettive fino a euro 8,10;
  • 8,10 euro,euro,per retribuzioni orarie effettive superiori a euro 8,10 fino a 9,86;
  • 9,86 euro, per retribuzioni orarie effettive superiori a euro 9,86;
  • 5,22 euro, per i rapporti di lavoro con orario superiore a 24 ore settimanali.

Lavoratori autonomi

L’indennità di maternità/paternità, nonché l’indennità per congedo per congedo parentale delle sole lavoratrici autonome, devono utilizzarsi i seguenti importi:

  • coltivatori diretti, coloni, mezzadri, imprenditori agricoli professionali, euro 43,57, pari al minimo di retribuzione giornaliera;
  • artigiani e commercianti: euro 48,98 corrispondenti al minimo di retribuzione giornaliera;
  • pescatori: euro 27,21 corrispondenti alla misura giornaliera del salario convenzionale per i pescatori della piccola pesca e delle acque interne.

Non tutti sanno quanto si prende in busta paga per malattia, maternità, paternità e tubercolosi nel 2021 per i lavoratori iscritti alla Gestione Separata

Per tali lavoratori le aliquote contributive pensionistiche, maggiorate dell’ulteriore aliquota contributiva per le tutele di maternità/paternità, congedo parentale assegni familiari, degenza e malattia, sono:

  • 25,98% per i lavoratori liberi professionisti;
  • 33,72% per i collaboratori e simili non assicurati presso altre forme pensionistiche obbligatorie, per i quali non è prevista la DIS-COLL;
  • 34,23% per i collaboratori e simili non assicurati presso altre forme pensionistiche obbligatorie, per i quali invece è prevista la DIS-COLL.

Il contributo mensile utile si ottiene applicando l’aliquota indicata sul minimale di reddito, pari per il 2021 ad euro 15.953,00.

Invece le retribuzioni relative alle prestazioni per malattia e degenza ospedaliera sono pari a:

  • 45,17 euro, se ne 12 mesi precedenti l’evento, sono state accreditate da una a quattro mensilità;
  • 67,76 euro, se nei 12 mesi precedenti l’evento, sono state accreditate da cinque a otto mensilità;
  • 90,35 euro, se nei 12 mesi precedenti l’evento, sono state accreditate da nove a dodici mensilità.

Poiché non tutti sanno quanto si prende in busta paga per malattia, maternità, paternità e tubercolosi nel 2021, ecco il messaggio INPS con gli importi.

Approfondimento

Ecco i dettagli per non perdere i 100 euro a settimana per queste famiglie disagiate

Consigliati per te