Non tutti sanno che le piante grasse soffrono da morire se posizionate in questo punto della casa

Avere delle piante grasse in casa, o in giardino, è la soluzione ideale per chi non è pratico con il giardinaggio. Queste piante, infatti, non necessitano di moltissime cure, anche se bisogna prestare un po’ di attenzione ad alcuni fattori cruciali.

Anche chi ha il pollice nero, quindi, può benissimo circondarsi di verde, senza impazzire. In realtà le piante succulente sono anche apprezzatissime da chi di giardinaggio se ne intende, perché sono molto affascinanti e decorative.
Tuttavia, durante i mesi più freddi, anche gli esperti potrebbero avere difficoltà nel gestirle, soprattutto a causa di un errore troppo spesso sottovalutato.

Infatti, non tutti sanno che le piante grasse soffrono da morire se posizionate in questo punto della casa

Durante i mesi più freddi, le piante grasse entrano ufficialmente in riposo vegetativo. In questo periodo, quindi, le attenzioni e le cure da dare sono veramente poche, ma vanno eseguite con una certa precisione. Ad esempio, due fattori molto importanti sono la temperatura e le innaffiature.

Per quanto riguarda il primo aspetto, bisogna sapere che alcune specie non tollerano temperature inferiori ai 10 gradi. Ci sono alcune specie capaci di resistere all’esterno, come questa pianta succulenta, ideale per impreziosire balconi e pergolati.

Tuttavia, ci sono altre piante grasse, che anche durante il riposo vegetativo, hanno bisogno di temperature miti, tra 13 e 18 gradi. Gli unici ambienti in grado di garantire queste condizioni sono le serre, oppure stanze fresche e ben illuminate.
Infatti, anche la luce è un altro aspetto fondamentale, nonostante la pianta sia sostanzialmente in letargo. La soluzione ideale sarebbe quella di metterle vicine a finestre o ampie vetrate esposte al Sole.

Il secondo aspetto da considerare è l’innaffiatura. Per le piante grasse, come ben sappiamo, l’acqua è un elemento da dosare con attenzione. Queste strutture vegetative, infatti, non hanno bisogno di molta acqua, altrimenti rischierebbero di marcire.
Durante l’inverno, quindi, è meglio non innaffiarle; o al massimo lo si può effettuare una volta al mese, ma senza esagerare.

Un altro argomento molto spesso troppo sottovalutato

Archiviate queste due questioni, passiamo ad un altro tema, molto spesso troppo sottovalutato. Infatti, non tutti sanno che le piante grasse soffrono da morire se posizionate in questo punto della casa.
Se per necessità pratiche abbiamo bisogno di tenere le nostre piante grasse in appartamento, è importante evitare di posizionarle vicino ai termosifoni. Qui, infatti, le temperature sono decisamente troppo alte e rischieremmo solo di farle deperire. La stessa cosa potrebbe capitare con altre piante delicate come ad esempio le orchidee. Quindi, come abbiamo specificato sopra, è importante garantire un ambiente fresco ed areato, con luce in abbondanza e senza umidità. Ancora meglio, se riuscissimo a posizionare i vasi uno accanto all’altro in modo tale che le piante possano proteggersi tra loro.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te