Non solo il bicarbonato, ecco cosa usare per sgrassare i pavimenti

Rinfrescare casa, aprire le finestre, cambiare l’aria sono le prime cose che ognuno di noi fa al ritorno dalle vacanze. Se per una settimana o un mese, non cambia molto, almeno da questo punto di vista.

Chiaramente, più rimane chiusa, più si accumulano sporco e polvere che non possono essere rimossi con la normale frequenza. Di conseguenza, prima di riattivare tutto c’è bisogno di qualche giorno. Un po’ perché pensiamo subito alla lavatrice e a tutti i vestiti che dobbiamo affidarle, un po’ perché ci vogliamo godere ancora un poco il clima vacanziero. Anche se c’è chi lo smaltisce appena saliti in macchina, treno o aereo per il viaggio di ritorno.

Dopo aver spolverato, rigorosamente dall’alto verso il basso, ecco che arriva il turno dei pavimenti. L’ultima parte, solitamente, delle pulizie, quella che precede il riassetto definitivo.

Forse non c’è il tempo di pensare a qualche nuova miscela da utilizzare al primo lavaggio della nuova stagione. Tuttavia non è detto che le vacanze non abbiano portato consiglio. Pensiamo, magari, a qualche nuova conoscenza che, tra i tanti discorsi, non ci abbia raccontato un suo metodo super efficace per lavarli.

Non solo il bicarbonato, ecco cosa usare per sgrassare i pavimenti

La prima cosa da sottolineare è che non esiste un rimedio universale perché i pavimenti non sono tutti uguali. Gres porcellanato e ceramica, marmo, parquet, cotto, ognuno ha esigenze diverse.

Quindi, per evitare danni, bisognerebbe prima capire cosa non usare a seconda di quello che abbiamo nelle varie stanze. Deleteri per gres e ceramica sono tutti gli oli e le cere. Sia quelli contenuti nei detersivi, sia quelli che potremmo aggiungere alle varie miscele fai da te. Ottimi, invece, gli aceti, soprattutto di mele, o l’alcol denaturato.

Per il marmo, invece, il nemico numero uno è l’aceto. Subito dietro il limone. I due rimedi naturali più utilizzati in casa, infatti, sono totalmente sconsigliati per questo materiale. Infatti possono opacizzarlo e, alla lunga, corroderlo. Stesso discorso va fatto per acido citrico e candeggina. Acqua, sapone di Marsiglia e alcol denaturato possono fare tranquillamente al caso nostro. Con la chicca finale del panno in lana da passare una volta che il marmo sia perfettamente asciutto.

Il bicarbonato è ideale per il parquet, per il pavimento in cotto invece utilizziamo l’aceto bianco

Il bicarbonato, invece, è sempre preferibile per il parquet, anche se può essere sostituito dal sapone di Marsiglia. In questo caso, però, sarà poi fondamentale passare dell’olio d’oliva, sempre con un panno di lana, per renderlo lucente.

Per il cotto, infine, si consiglia di privilegiare l’aceto bianco, ottimo come sgrassatore. Volendo si può anche aggiungere qualche goccia di detersivo neutro per i piatti. Poi, si suggerisce di rifinire il tutto sempre con l’olio d’oliva, ideale per la lucidatura.

Non solo il bicarbonato, ecco cosa usare per pulire e sgrassare al meglio i pavimenti, sia al ritorno dalle vacanze che nella quotidianità. Se invece volessimo scegliere un prodotto industriale, dovremmo conoscere alcune nozioni prima di effettuare l’acquisto.

Lettura consigliata

Come pulire e sbiancare le fughe delle piastrelle creando una pasta con questi due ingredienti che tutti abbiamo in cucina

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te