Non solo fosforo e potassio per rinforzare il cervello ma anche questa vitamina che lo aiuterebbe a mantenersi giovane e sano

Pensiamo sempre con piacere alle nonne che ci invitavano a mangiare pesce e banane per rinforzare il cervello. “Devi crescere di testa e non solo di corpo”, ci dicevano. E, pesce e banane nell’immaginario collettivo rappresentavano il top per assumere potassio e fosforo. Oggi la scienza alimentare ha fatto passi da gigante, mostrandoci tutti gli alimenti utili per fare il pieno di nutrienti. Ma, se vogliamo che il nostro cervello rimanga attivo, oltre alle attività fisiche e mentali, dovremmo ricordarci la dieta. Non solo fosforo e potassio per rinforzare il cervello perché potremmo aiutarlo a mantenersi giovane e sano anche con questa vitamina.

Il “macrominerale” della salute

Il fosforo viene chiamato tecnicamente “macrominerale”, perché è fondamentale non solo per qualità, ma anche per quantità. Senza di esso il nostro organismo sarebbe privato di un elemento base della salute quotidiana. Questo minerale serve per sempre: dalla nascita alla morte. Presto spiegato anche il perché: servirebbe a rinforzare ossa e denti. Senza contare, come ricorda la scienza, che farebbe parte della squadra di nutrienti che alimenta e sostiene il nostro DNA. Cosa non da poco.

Per nostra fortuna, così come è basilare, il fosforo è presente in moltissimi cibi quotidiani:

  • dalla carne bianca e rossa ai legumi;
  • dal latte ai suoi principali derivati, come i formaggi;
  • dalle uova ai cereali.

Un essere umano avrebbe bisogno di circa 13 mg di fosforo al giorno per ogni kg di peso.

Non solo fosforo e potassio per rinforzare il cervello ma anche questa vitamina che lo aiuterebbe a mantenersi giovane e sano

E, se il fosforo contribuirebbe al benessere generale del fisico, assieme all’attività sportiva, non sarebbe da meno la vitamina B6. Diciamo subito che, come il fosforo, la troviamo spesso sulla nostra tavola: carne, frutta, pesce, patate e tante altre verdure ne abbondano.

Potremmo veramente definire la vitamina B6 protagonista degli studi scientifici per il cervello. Sempre di più le teorie provate in laboratorio che dimostrerebbero come questa sostanza garantirebbe un aiuto contro l’invecchiamento cerebrale. C’è un altro motivo importante e interessante per il quale la ricerca medica si concentra su questa vitamina. La sua carenza nel nostro organismo si manifesta spesso con sintomi molto “moderni” come:

  • ansia e stress;
  • insonnia;
  • apatia e debolezza cronica;
  • sbalzi di umore.

Ecco, perché, mettersi a dieta, senza consulto medico, potrebbe diventare più pericoloso che produttivo, esponendoci, senza saperlo, a carenza alimentari e nutritive importanti.

Approfondimento

Ecco 5 meravigliosi antinfiammatori che la natura ci metterebbe a disposizione e che la scienza consiglierebbe in alternativa ai farmaci

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te