Non è il freddo a mandare in tilt la nostra dracena ma questo insospettabile errore comune

La dracena o tronchetto della felicità è una delle piante da appartamento più diffuse. Grazie alla sua poca manutenzione è adatta anche a chi non ha proprio il pollice verde. Con le sue foglie lunghe e sottili abbellisce con poco sforzo ogni angolo di casa. Per non parlare del fatto che si tratta anche di una delle piante antismog per eccellenza. Rende l’ambiente elegante e controlla l’umidità, purificando l’aria da diversi composti chimici.

In un precedente articolo abbiamo visto che è una delle ”4 piante che tutti dovremmo avere in ufficio per lavorare in un ambiente sereno”.

La dracena è una pianta sempreverde tropicale che richiede poche cure, ma può capitare di vederla soffrire. Come le altre piante d’appartamento non sempre una temperatura mite è abbastanza per farla crescere rigogliosa.

Infatti è molto probabile ritrovarsi con delle foglie completamente secche o dalla punta giallastra. Il primo pensiero, notando le foglie secche, è che la pianta non stia ricevendo abbastanza acqua. In realtà questo è uno degli errori più comuni che andrebbero assolutamente evitati. Infatti, si tratta esattamente del contrario.

Non è il freddo a mandare in tilt la nostra dracena ma questo insospettabile errore comune

La pianta probabilmente ha ricevuto troppa acqua e sta cominciando a marcire. O se il terreno risulta ancora asciutto potrebbe trattarsi di qualche parassita o fungo che ha attaccato la nostra pianta.

In generale se notiamo foglie gialle che tendono a cadere, il più delle volte, si tratta di un eccesso di acqua. Infatti, il terreno troppo umido causa il marciume delle radici, che poi porta alla morte della pianta. Probabilmente quando l’abbiamo travasata non abbiamo steso uno strato drenante sul fondo del vaso. Oppure il vaso scelto non presentava abbastanza fori per il drenaggio dell’acqua in eccesso. Quindi procuriamoci un nuovo vaso e dell’argilla per lo strato drenante. Travasiamola subito e attendiamo la sua ripresa.

Durante questo procedimento potremmo accorgerci che le radici sono state attaccate da qualche fungo. Allora prima di travasarla dobbiamo liberarci del fungo per evitare che si propaghi.

Usiamo delle cesoie sterilizzate e tagliamo le radici scure attaccate dal fungo, ma anche eventuali foglie o fusti. Non dobbiamo preoccuparci di eliminare troppi fusti perché questa pianta germoglia molto facilmente. In poco tempo potremo rivederla rigogliosa e carica di foglie.

Concludiamo però dicendo che se notiamo che solo alcune foglie stanno cadendo, non preoccupiamoci. Come la maggior parte delle piante quando matura elimina le foglie più vecchie facendole cadere. In questo caso si tratta solo della normale autopulizia della pianta.

Ecco perché non è il freddo a mandare in tilt la nostra dracena ma questo insospettabile errore comune. Con questi piccoli accorgimenti la nostra pianta d’appartamento rimarrà sempre rigogliosa. Una volta travasata facciamo molta attenzione all’innaffiatura, controlliamo che il terriccio sia completamente asciutto prima di innaffiarla. Così eviteremo che il problema si ripresenti.

Approfondimento

Svelato il segreto dei fioristi per far tornare in vita un’orchidea piuttosto malconcia

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te