Multe abbastanza salate se non hai provveduto a questi controlli della caldaia

Le video guide di PdB - Iscriviti al nostro canale per seguire i nostri eventi e format

La manutenzione della caldaia, oltre ad essere importante per la sua efficienza, è obbligatoria per legge. Sono previste multe salatissime se non hai provveduto a questi controlli della caldaia.

Periodicità dei controlli

Le caldaie si devono controllare periodicamente per il loro buon funzionamento. E’ un’operazione prevista dalla legge con decreto 74 del 2013. Due sono i controlli che bisogna fare: la manutenzione e il controllo dei fumi.

OFFERTA SPECIALE - POCHI PEZZI DISPONIBILI
Magia di Stelle Premium: dai un tocco di magia alla tua casa

Scopri ora l'offerta

Smartwatch

Incaricati del controllo sono dei tecnici specializzati. La manutenzione si effettua secondo una periodicità che si regola in base alle esigenze stesse della caldaia, normalmente riportate dal libretto delle istruzioni. Se qualcuno avesse perso il libretto, sarebbero gli stessi tecnici a stabilire la periodicità degli interventi.

Per il controllo dei fumi in genere ogni 2 o 4 anni secondo la tipologia della caldaia.

Multe abbastanza salate se non hai provveduto a questi controlli della caldaia. Manutenzione e controllo dei fumi della caldaia

La manutenzione consiste nel controllare che le parti più importanti della caldaia funzionino bene. Si tratta di verificare il bruciatore e lo scambiatore di regolazione in particolare.

Il controllo dei fumi, invece, riguarda l’analisi della combustione. Si verifica il rendimento, la concentrazione di ossido di carbonio e l’indice di fumosità.

Rilascio del bollino blu

Una volta verificato l’impianto, il tecnico rilascia il bollino blu, insieme al rapporto sullo stato energetico dell’impianto. Inoltre è previsto  il pagamento di un contributo che dipende dalle regioni. Il bollino blu si rinnova ad ogni nuovo controllo.

Sanzioni e inconvenienze

Non far verificare la caldaia è un’azione che comporta anche delle inconvenienze. In caso di problemi, le assicurazioni non saranno disposte a coprire i danni di una caldaia non controllata.

In ogni caso sanzioni pecuniarie sono previste per chi non ottempera a questa richiesta di legge. Se nel Registro regionale non risultasse la registrazione del bollino blu per una certa utenza, allora si provvederà a delle ispezioni, con avviso preventivo. E’ qui che scattano le sanzioni che possono andare da 500 a un massimo di 3.000 euro. Multe da 500 a 600 euro anche per chi fosse sprovvisto di libretto d’impianto.

Inquilino o proprietario dell’immobile: chi deve fare la manutenzione?

Poichè trattasi di manutenzione ordinaria spetta all’inquilino mettersi in regola e procedere a quanto abbiamo spiegato nei paragrafi precedenti.

Se sei interessato a cambiare caldaia, clicca qui.

Le video guide di PdB - Iscriviti al nostro canale per seguire i nostri eventi e format

Consigliati per te