Molti non lo sanno ma con le Quote è più facile andare in pensione anche 5 anni prima

Una volta esisteva Quota 96, probabilmente la prima misura pensionistica che consentiva l’uscita sommando età e contributi. Quando si parla di pensioni però il termine Quota è sempre di attualità. Infatti per 3 anni gli italiani hanno avuto a che fare con la Quota 100, senza dubbio la misura più discussa dell’ultimo decennio, ma anche quella che ha permesso la più vasta uscita anticipata dal mondo del lavoro dai tempi della riforma Fornero. Ma come funzionano le Quote è un argomento che va approfondito. Anche perché di Quota si continua a parlare sempre, anche per le future riforme. Ed a volte anche usando il termine per delle misure che non sono strettamente collegate alla Quota.

Molti non lo sanno ma con le Quote è più facile andare in pensione anche 5 anni prima

Quota 100 consentiva di uscire dal lavoro già dai 62 anni di età con 38 anni di contributi. 62 anni di età e 38 di contributi però erano le soglie minime per poter accedere alla misura. Infatti quotisti puri usciti con la misura sono solo quelli con combinazione 62+38. Una quota anomala questa, perché anche chiamandosi Quota 100, ha permesso uscite con 63 anni e 38 di contributi che facevano 101, come chi invece è uscito con 39 anni di contributi e 62 di età.

Con quella, invece, 100, e con 38, 39 o 40 anni di contributi, in aggiunta a 62, 63 ho 64 anni di età, le combinazioni della misura sono state davvero tante. Ma quando si parla di Quota nel sistema previdenziale si fa riferimento alla flessibilità in uscita. La 100 pura, avrebbe dovuto permettere di lasciare il lavoro semplicemente sommando età e contributi per arrivare a 100. In una misura di questo tipo anche le frazioni di anno devono essere importanti. La Quota 100 pura avrebbe dovuto consentire uscite a 60 anni con 40 di contributi, oppure a 59 anni e 6 mesi con 40 anni e 6 mesi di lavoro e così via.

Le varie possibilità

Dopo la Quota 100 il Governo ha introdotto la 102, misura particolare come funzionamento, come la precedente. Stessi difetti quindi soprattutto per quanto riguarda la Quota. Nel sistema attuale esiste ancora la Quota 41, che col meccanismo Quote non ha praticamente niente a che fare. Infatti è una misura che non prevede limiti d’età ma ha l’unico requisito previsto in quello contributivo.

L’unica misura nel sistema che permette di uscire anche oltre 5 anni prima e che funziona veramente come dovrebbero funzionare le misure a Quota, è lo scivolo usuranti con la pensione a 97,6. In questo caso i lavoratori che rientrano nello scivolo usuranti possono lasciare il lavoro al raggiungimento dei 61 anni e 7 mesi di età, insieme al raggiungimento dei 35 anni di contributi versati. Occorre però sommare età e contributi, comprese le frazioni di anno e quindi i mesi, ed arrivare a 97,6. Molti non lo sanno ma con le Quote la pensione diventa davvero flessibile. E la flessibilità dovrebbe essere il fattore imprescindibile di ogni sistema basato sul calcolo contributivo.

Lettura consigliata 

Una super pensione a luglio e per molti anche fino a 655 euro in più con una soluzione utile per recuperare 5 anni arretrati

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te