blank

Molti non conoscono il segreto per moltiplicare all’infinito splendide orchidee senza spendere nulla

Il giardinaggio è la perfetta fusione tra esperienza e passione. Conoscere tutti i trucchi e le soluzioni per ogni problematica di una pianta è importante per garantirne una crescita costante. La Redazione di ProiezionidiBorsa vuole mostrare un metodo semplicissimo grazie al quale riprodurre una delle piante da interno indubbiamente più gettonate. Infatti in molti non conoscono il segreto per moltiplicare all’infinito splendide orchidee senza spendere nulla. Ecco subito come fare.

Una soluzione inaspettata

Il modo più economico e semplice di avere molte più piante di orchidea lo offre direttamente la specie. Durante il riposo vegetativo e quando la pianta è priva di fiori essa continua la sua attività vitale. È in questo periodo che è possibile notare sui rami dell’orchidea la formazione di piccole protuberanze.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
XW 6.0, lo smartwatch di ultima generazione ad un prezzo incredibile.

SCOPRI DI PIU’

Smartwatch

Nel giro di pochissimo tempo queste diventeranno delle piantine vere e proprie. Non a caso il loro nome è “keiki” o “figli” come suggerisce la terminologia hawaiana. Ecco allora cosa sono i keiki di orchidea e perché in molti non conoscono il segreto per moltiplicare all’infinito splendide orchidee senza spendere nulla.

I figli dell’orchidea

La Redazione aveva già spiegato in questo articolo un fatto interessante circa le orchidee. Queste piante sono epifite e quindi crescono come una sorta di “parassita” di altri alberi. Per questo motivo sulla stessa pianta di orchidea tendono a crescere altre minuscole piantine dette appunto keiki.

Basterà staccare queste nuove piantine dall’orchidea e piantarle in un vaso autonomo. Esiste un’unica accortezza però: prima di staccare il keiko bisogna verificare che le radici siano molte e sufficientemente lunghe.

Le radici sono come dei ramoscelli di colore verde chiaro posti in prossimità della nuova piantina. Quando queste saranno almeno 3 e molto lunghe è arrivato il momento di staccare i keiki e dargli nuova vita. Basterà farlo direttamente con le mani e senza usare altri attrezzi.

Dai keiki a nuove piante

A questo punto occorrerà piantare i keiki in un contenitore trasparente. Vanno benissimo anche i ricicli di contenitori alimentari del supermercato come quelli dei latticini. Inserire del terriccio per orchidea e praticare un foro. All’interno inserire le radici e parte della nuova piantina. Coprire di terreno e inumidire. Ecco un metodo sbrigativo e a costo zero per riprodurre l’orchidea.

Consigliati per te