Molti coltivano i pomodori ma pochi sanno che è la vicinanza di questa comune pianta a renderli sani e rigogliosi

Tra le piante più diffuse negli orti di tutta Italia troviamo, certamente, l’aglio. Si tratta di una bulbosa originaria della Siberia e diffusasi rapidamente in tutte le zone del Mediterraneo e del mondo.

Una pianta aromatica che deve il suo successo al suo utilizzo in cucina e per le sue proprietà curative.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina Fit, l'integratore naturale che ti fa perdere peso velocemente

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Infatti, fin dall’antichità questo alimento è utilizzato per regolare la pressione sanguigna e come antibiotico naturale nelle infezioni gastrointestinali.

Inoltre, è una pianta capace di abbassare i livelli di colesterolo e trigliceridi del sangue. Oltre a questo, contiene moltissimi elementi tra cui vitamina A, B e C.

Come coltivare

L’aglio ama l’esposizione a sud, una zona in pieno sole ma riparata dai venti freddi. Nelle regioni fredde è preferibile la semina in primavera perché è una pianta che teme molto il freddo.

Per quanto riguarda il terreno è preferibile utilizzarne uno morbido e molto ben drenato dal pH neutro e calcareo.

In ogni caso si adatta bene a qualsiasi tipologia di terreno ma teme molto i ristagni idrici. Per questo motivo meglio irrigare meno che troppo. L’aglio, infatti, si accontenta delle normali piogge, procedere con irrigazioni solamente in caso di siccità.

La concimazione dovrà essere, principalmente, di tipo minerale dal momento che il concime organico favorisce i marciumi.

Pur essendo una pianta molto rustica sarà necessario prestare attenzione all’attacco di alcuni virus e micosi.

Molti coltivano i pomodori ma pochi sanno che è la vicinanza di questa comune pianta a renderli sani e rigogliosi

Tra gli ortaggi amici dell’aglio sono da segnalare gli asparagi, le carote, i pomodori, fragole e le patate.

Andrà tenuto lontano dalle leguminose, fagioli, piselli e porri. La coltivazione dell’aglio, inoltre, è anche consigliata intorno alle piante ornamentali. Infatti, questa bulbosa è perfetta per tenere lontani i parassiti dalle piante.

Ad esempio, molti coltivano i pomodori ma è la vicinanza di questa comune pianta a renderli sani e rigogliosi.

Infatti, piantare i pomodori vicino all’aglio sarà perfetto per allontanare insetti e acari che potrebbero pregiudicarne il raccolto.

Coltivazione in vaso

L’aglio, poi, potrà anche essere coltivato in vaso utilizzando delle cassette o delle ciotole anche poco profonde.

Si consiglia di utilizzare dell’argilla espansa sul fondo e di accertarsi sempre che non ci siano ristagni nel sottovaso.

La raccolta dell’aglio si effettua in giugno e in luglio, una volta che le foglie iniziano a seccare.

La pianta andrà estirpata e lasciata asciugare per circa una settimana legata in trecce prima di utilizzarla.

Per imparare a raccogliere i fiori di zucca senza rovinare gli ortaggi si consiglia questa lettura

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te