Mettere della menta nel riso in questa occasione potrebbe rivelarsi un’ottima scelta 

Chi ha una dispensa piena di cibo, sa anche che deve avere delle accortezze necessarie. In queste aree della casa è molto comune che si insedino diversi generi di insetti, poco sicuri per la salute e per il benessere. In situazioni simili, è molto facile che questi parassiti si trovino nelle buste che contengono il riso. Essendo spesso piccoli, potrebbe essere difficile accorgersi subito della loro presenza. E mettere della menta nel riso in questa occasione potrebbe rivelarsi un’ottima scelta, perché dovrebbe tenere gli insetti lontani da questo alimento. 

Scacciare gli insetti con ingredienti naturali

È più che comune trovare degli insetti nelle proprie case. Il mondo è popolato da tante diverse specie, oltre a quella umana, e bisogna in qualche modo conviverci. Ma, se dei parassiti si fanno strada negli appartamenti, rappresentando un possibile rischio per la salute di chi vi abita, allora è il caso di intervenire. E invece che usare sostanze chimiche, si possono sfruttare gli elementi offerti da madre natura. E in questo caso, la menta potrà fare un ottimo lavoro. 

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Aloe Vera Slim, l'integratore naturale che ti fa perdere peso velocemente

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Quanta menta bisogna mettere nel riso?

Se si notano degli insetti in dispensa, mettere della menta nel riso in questa occasione potrebbe rivelarsi un’ottima scelta. Ad esempio, se si ha una busta di riso appena aperta, l’ideale sarebbe inserire almeno due foglie di menta, anche piccole. Invece, se la confezione è quasi finita, una foglia di dimensioni medie andrà bene. L’odore di questa pianta sarà così forte che scaccerà qualsiasi tipo di parassita e terrà il cibo al sicuro. Si tratta di un rimedio della nonna piuttosto comune, che diverse persone utilizzano in queste situazioni. Non è, però, provato scientificamente. È un semplice consiglio originario della conoscenza popolare, che però potrebbe rivelarsi davvero utile all’occorrenza. Inoltre, in questo articolo, sarà possibile consultare altri consigli pratici. 

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te