Mercato libero dell’energia elettrica cambia l’Italia

L’ Autoritá di Regolazione per Energia Reti e Ambiente, acronimo Arera, ha stilato la relazione annuale su elettricità, gas, acqua, rifiuti. Dall’analisi proposta si nota con evidenza che il mercato libero dell’energia elettrica cambia l’Italia. I clienti domestici nel 2019 si trovano per il 49% nella modalità mercato libero con un rialzo rispetto allo scorso anno del 3%.

I consumi tra famiglie nel mercato libero e in quello tutelato si assottiglia di molto

L’analisi mette in evidenza come mediamente una famiglia consuma 2.063 kWh/anno nel mercato libero, rispetto a 1.869 kWh/anno in quello tutelato. I clienti domestici con maggiori consumi hanno fatto per primi il passo mentre ora il processo si sta allargando alle altre famiglie.

Prestiti 2021

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 5051 - 6566+

Clicca sull'età

Prestiti 2021

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 50

51 - 65

66+

Clicca sull'età

I prezzi del gas

L’Arera ha notato che nel 2019 i prezzi del gas sono stati più alti sia per i consumatori domestici italiani che per le imprese. Andando a vedere nello specifico, la prima classe di consumo(meno di 525,36 m3 /a) ha un differenziale positivo: dal -1% del 2018 al +7% dello scorso anno. Cosa succedeva precedentemente? Esattamente l’opposto. Nel 2019 risultava la più conveniente sia al lordo che al netto delle imposte.

Una prova maiuscola per i servizi di pubblica utilità

L’Arera nello stilare la relazione ha evidenziato come i servizi di pubblica utilità hanno funzionato garantendo la continuità della fornitura. In Italia nessun utente ha avuto problemi con l’energia elettrica, il gas, il teleriscaldamento, l’acqua e i servizi di raccolta dei rifiuti durante il periodo di lockdown.

Il futuro

Il settore energetico è maggiormente maturo rispetto al passato e la nuova regolamentazione ha dato più opportunità ai consumatori di poter risparmiare. Il settore idrico e dei rifiuti ha invece problemi atavici. Il primo sconta reti obsolete il secondo una carenza di impiantistica conclamata e per il conferimento dei rifiuti dipendente da altri Paesi. Il mercato libero dell’energia elettrica cambia l’Italia ma per gli altri servizi di pubblica utilità non è la stessa storia.

Consigliati per te