Quando farti restituire il 10% con le bollette luce, acqua e gas

Fra i buoni propositi di settembre di cui abbiamo parlato in questo articolo c’è anche quello di gestire al meglio le proprie finanze.

A tal proposito, la legge di bilancio 2020 introduce apprezzabili novità per i consumatori rispetto alle bollette di tutti i gestori di telefonia, energia elettrica, luce, gas, acqua e pay tv.

In sostanza dovranno pagare una penale del 10% dell’importo contestato (e comunque mai inferiore a 100 euro) per condotte illegittime e addebiti illegittimi in bolletta.

Quando farti restituire il 10% con le bollette luce, acqua e gas

Il consumatore può richiedere l’applicazione della penale ogni volta che il gestore fa una di queste 5 pratiche:

1) viola le modalità di rilevazione dei consumi;

2) viola le modalità di esecuzione dei conguagli;

3) viola le modalità di fatturazione;

4) addebita spese ingiustificate;

5) addebita costi per consumi, servizi o beni non dovuti.

Per ognuna di queste condotte il consumatore, ha diritto al pagamento di una penale pari al 10% dell’importo contestato e comunque non inferiore a 100 euro. Ad esempio, se nella bolletta telefonica vengono addebitati 5 euro per un servizio non richiesto, il gestore dovrà pagare al cliente 100 euro di penale.

Come richiedere il pagamento delle penali

Ogni volta che il fornitore/gestore pone in essere le condotte sopra descritte, il consumatore dovrà:

– contestare l’addebito con una raccomandata AR o pec di messa in mora spiegando perchè l’importo non è dovuto. Chiedere il formale riconoscimento da parte del fornitore dell’illegittimità dell’addebito ed il pagamento della penale pari a 100 euro, di cui all’art. 1, commi 292 e 293 della legge 160 del 2019 (legge di bilancio 2020);

– diffidare il gestore dall’addebitare, nelle bollette successive, ulteriori importi illegittimi rappresentando che altrimenti, per ogni fattura successiva, sarà dovuta una ulteriore penale del medesimo importo;

– specificare se preferisce ricevere il pagamento della penale tramite una decurtazione dalla fattura successiva oppure indicare le modalità di versamento.

Quando farti restituire il 10% con le bollette luce, acqua e gas e se il gestore non paga?

Se il gestore/fornitore riconosce l’illegittimità dell’addebito dando quindi positivo riscontro alla comunicazione, ha 15 giorni di tempo per pagare.

Se invece non paga l’utente dovrà rivolgersi alla “autorità competente”, cioè al Corecom per telefonia e pay tv o al servizio di conciliazione Arera per acqua, luce e gas e, in caso di insuccesso della conciliazione, al giudice di pace.

Bridge Asset
Bridge Asset
Scopri Plus500
Scopri Plus500

Consigliati per te

Ricevi un e-book in omaggio!

Basta inserire la tua mail per scaricare subito il nostro e-book
QUESTA È LA VITA DA TRADER!

Acconsento al trattamento dei miei dati personali secondo il GDPR 2016/679 UE per le comunicazioni da parte di Proiezionidiborsa S.r.l. in relazione alle iniziative proprie e/o di società controllate e/o collegate. Dichiaro, inoltre, di aver preso visione della Privacy Policy.