Masticare questi bastoncini non solo gustosi ma anche veri toccasana per il nostro organismo 

Che bontà! Gustosa, aromatica, sfiziosa, antistress, da provare pura o come caramella, stecco, tisana o liquore di fine pasto.

La liquirizia è una pianta perenne, la radice è la sua parte aromatica che viene raccolta e trattata in diversi modi, ricordando il sapore dell’anice e del finocchio.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Aloe Vera Slim, l'integratore naturale che ti fa perdere peso velocemente

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Nei tempi antichi la liquirizia era conosciuta come un ottimo dissetante utilizzata dai soldati che trascorrevano molto tempo in zone dove non potevano procurarsi l’acqua.

La si trova in diverse forme, come tronchetti, bastoncini e polvere. I principi  attivi  che determinano i suoi effetti benefichi sono la glicirizzina e i flavonoidi.

La glicirizzina è un principio attivo con proprietà  antinfiammatorie, espettoranti, protettive della mucosa gastrica e digestive. Indicato contro catarro, mal di gola,  tosse e ulcere.

Grazie alla presenza dei flavonoidi è indicata per contrastare gastriti e crampi addominali.

Inoltre la liquirizia ha proprietà antibatteriche e antivirali, ideale per chi soffre di pressione bassa in modo particolare nei periodi di caldo intenso.

Masticare questi bastoncini non solo gustosi ma anche veri toccasana per il nostro organismo, vediamo quando.

Tosse

Grazie alla sua proprietà antifiammatorie, sedative, lenitive ed espettoranti risulta essere un valido alleato nell’espulsione del catarro in caso di tosse sia secca sia grassa.

L’estratto di liquirizia viene utilizzato per realizzare caramelle e sciroppi per la tosse, così come gli infusi di liquirizia.

Inoltre la sua azione cicatrizzante e disinfettante la rendono un valido rimedio naturale in caso di irritazioni del cavo orale.

Pressione

La liquirizia è un toccasana per chi soffre di pressione bassa, la glicirizzina agisce sui livelli di aldosterone aumentando la ritenzione di sodio e acqua e l’eliminazione del potassio. Ideale soprattutto d’estate con il gran caldo ma da fare attenzione per chi soffre di ipertensione, deve essere dunque consumata con parsimonia.

Digestivo

La liquirizia è nota per le sue proprietà digestive, in modo particolare dopo un pranzo abbondante o dopo aver assunto alimenti che richiedono un tempo prolungato per la digestione.

Riduce l’acidità di stomaco e agevola il transito intestinale, riducendo il senso di pesantezza.

Saziante

Questa radice ha anche un effetto saziante, risulta essere un valido alleato per placare gli attacchi di fame.

Grazie alla presenza dei flavonoidi attivi, coadiuvanti nell’eliminazione del grasso, la liquirizia riduce i livelli di colesterolo favorendo dunque  il dimagrimento.

La liquirizia si può trovare in commercio come radice grezza, sbucciata ed essiccata, sotto forma di bastoncini, stecchi, pronti da essere masticati. Può essere utilizzata anche per prepara tisane e tè.

Come caramelle sotto forma di girelle e trecce o in polvere.

Masticare questi bastoncini non solo gustosi ma anche veri toccasana per il nostro organismo da consumare comunque con moderazione senza eccedere.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te