Mai più sprechi d’acqua e soldi con questa utilissima e semplicissima guida per riparare lo scarico water che continua a perdere acqua

Quante volte capita di tirare lo scarico del bagno e una volta finito il primo flusso d’acqua, si continuare a sentirne il deflusso? Questo dipende, senza dubbio, da una perdita del water. Per essere precisi, la perdita è causata, 9 volte su 10, dalla cassetta del wc. Cosa si può fare quando il water continua a scaricare?

Rassegnarsi? Chiamare l’idraulico e spendere soldi per ripararlo?

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
XW 6.0, lo smartwatch di ultima generazione ad un prezzo incredibile.

SCOPRI DI PIU’

Smartwatch

No, basta seguire questi pratici ed efficienti consigli. Dunque mai più sprechi d’acqua e soldi con questa utilissima e semplicissima guida per riparare lo scarico water che continua a perdere acqua.

A cosa serve la cassetta di scarico

La cassetta dello scarico è un contenitore, che si riempie d’acqua. La capienza massima di una cassetta di scarico varia dai 5 ai 10 litri di acqua. Quest’acqua serve a pulire il water, quando viene usato. Ciò, fa in modo che si crei un ricambio totale d’acqua, ogni volta che viene tirato lo sciacquone.

In poche parole si tratta di un serbatoio, che collega il gabinetto all’impianto idraulico. Quando si riempie oltre il limite, il water continua a scaricare anche quando non dovrebbe.

Come funziona la cassetta di scarico

Se non si è pratici e non si sa con certezza come funziona questa parte del nostro water, niente panico. Quando si preme il pulsante di scarico, questo agisce su un pistone, che solleva un tappo per garantire il deflusso.

Quando l’operazione è conclusa, grazie a un galleggiante che lo segnala, il pistone torna a chiudere lo scarico e blocca la fuoriuscita. E sempre grazie al galleggiante, la cassetta si riempie nuovamente.

Sia il galleggiante, che il tappo di chiusura sono forniti di guarnizioni e proprio l’usura di queste guarnizioni, può essere la causa della perdita.

Come riparare il water che continua a perdere

Come prima cosa sollevare il coperchio della cassetta. Se l’acqua nella cassetta è oltre il limite si deve chiudere la valvola posta all’ingresso dello scarico e smontare il galleggiante. Nei vecchi galleggianti si può facilmente sostituire la vecchia guarnizione, con una nuova. Nei nuovi galleggianti è invece più difficile e quindi conviene sostituire direttamente quest’ultimi.

Se l’acqua, invece, è sotto il limite, dipende dal tappo di chiusura.

In questo caso: chiudere il rubinetto di carica e smontare il pistone ad azione pneumatica. Il tampone di chiusura si trova, infondo al pistone e basterà sostituirlo, con uno nuovo.

La sostituzione deve avvenire in base al proprio modello di wc.

Il costo di tutte e due le parti è bassissimo e sicuramente inferiore rispetto al costo di un intervento idraulico da parte di uno specialista.

Mai più sprechi d’acqua e soldi con questa utilissima e semplicissima guida per riparare lo scarico water che continua a perdere acqua.

Consigliati per te