Mai piantare vicini questi ortaggi se non vogliamo che il raccolto sia un fallimento

Abbiamo deciso di coltivare un piccolo orto casalingo. Anche per chi non ha alcuna esperienza, diventare piccoli coltivatori è molto stimolante. Inoltre, l’orto è un’attività benefica che ci spinge a stare all’aria aperta e a contatto con la natura.

Quindi, una volta comprato l’occorrente e scelto gli ortaggi da piantare, non resta che cominciare a mettere a dimora. La coltivazione degli ortaggi, però, necessità di alcune conoscenze contadine. Tra queste, uno dei principi che determina o meno la riuscita dell’orto è il posizionamento delle diverse varietà.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina FIT, il nuovo integratore che fa perdere peso in pochi giorni

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

L’errore più grande è pensare di poter piantare alla rinfusa pomodori, cetrioli, lattuga, peperoncini etc.. Ecco perché non bisogna mai piantare vicini questi ortaggi se non vogliamo che il raccolto sia un fallimento. In questo articolo troviamo qualche regola per abbinare gli ortaggi.

Cosa influisce sulla crescita

Esistono dei fattori imprescindibili che influenzano la crescita delle diverse varietà di ortaggi. Una di queste è la composizione biologica. Esistono piante che si nutrono maggiormente di alcuni minerali, che hanno bisogno di una quantità d’acqua maggiore, oppure che attirano determinati insetti.

La vicinanza o meno di due o più ortaggi deve rispettare tutte queste caratteristiche per far sì che una delle due piante non intacchi la crescita dell’altra. In primis, mai piantare due piante della stessa famiglia vicine. Per esempio, binomi fallimentari sono pomodori e melanzane, o melanzane e peperoni o patate (famiglia delle Solanacee). Ancora zucchine e cetrioli, o zucche (famiglia delle Cucurbitacee), avendo gli stessi bisogni nutritivi si ruberanno le sostanze utili alla crescita. Inoltre, si rischia di attirare gli stessi acari.

I cetrioli non amano le patate e nemmeno le erbe aromatiche. Queste ultime odiano le carote. Ma il basilico e la menta sono un toccasana per il pomodoro perché tengono lontani gli insetti parassiti. Le cipolle non vogliono fagiolini, piselli, mentre amano i pomodori e le carote.

Mai piantare vicini questi ortaggi se non vogliamo che il raccolto sia un fallimento

Dopo aver parlato degli ortaggi che non dovrebbero mai stare insieme, ecco invece quelli che trovano un giusto equilibrio e si sostengono a vicenda nella crescita.

Per gli amanti dei pomodori, bisogna sapere che vanno piantati accanto a cipolle, cetrioli, asparagi. Il pomodoro ha bisogno di terreni ricchi di azoto, fosforo e calcio. La lattuga, invece, può essere piantata felicemente accanto a molte varietà anche se ama particolarmente cetrioli e fragole.

Quando si piantano le varietà di cavolo, scegliamo un luogo vicino alle cipolle, alla lattuga, alle patate e agli spinaci. Se piantiamo il timo accanto alle carote queste saranno protette dagli insetti dannosi. Gli asparagi, poi, amano erbe aromatiche come basilico e prezzemolo, ma anche il sedano.

Consigliati per te