Mai buttare le bucce dell’avocado se si vuole risparmiare sulla spesa

Mai buttare le bucce dell’avocado se si vuole risparmiare sulla spesa! Le si può infatti riciclare in maniera creativa per ottenere prodotti utili. Ecco come.

Bucce dell’avocado per la cura della pelle

I prodotti cosmetici rappresentano una delle voci più pesanti della spesa mensile. Fortunatamente, si possono utilizzare scarti di cucina per sostituirli. Non solo si risparmierà. Si otterranno anche trattamenti del tutto naturali e amici dell’ambiente.

Le bucce dell’avocado, in particolare, sono un ottimo esfoliante. Non solo: rilasciano un prezioso olio, perfetto per nutrire la pelle. Usarle prima della doccia, dunque, è un ottimo modo per ottenere un corpo vellutato. Quindi, mai buttare le bucce dell’avocado se si vuole risparmiare sulla spesa!

Per testare questo trattamento fai-da-te, bisogna utilizzare la parte interna della buccia, quella a contatto con la polpa. Poi, massaggiare su tutto il corpo con movimenti circolari. Infine, risciacquare sotto la doccia. Una volta utilizzate le bucce in questo modo, non è ancora il momento di buttarle. Ecco come compostarle.

Come compostarle

Dopo il trattamento di bellezza, non bisogna gettare le bucce nell’umido. Le si può aggiungere, infatti, al compost. Chi ancora non ha una compostiera, dovrebbe affrettarsi a procurarsela. Infatti, si tratta di un modo gratuito per ottenere fertilizzante naturale per le proprie piante.

Le bucce dell’avocado sono un’ottima aggiunta per il compost, ma si decompongono lentamente. È consigliabile, quindi, tagliarle a pezzettini prima di compostarle.

Utilizzarle al posto dei vasetti

Chi ha il pollice verde è sempre alla ricerca di vasetti in cui far germogliare le nuove piantine. La buona notizia è che non c’è bisogno di acquistarli.

Basta tagliare un avocado a metà ed estrarre la polpa con un cucchiaio. In questo modo, la buccia si mantiene integra, come se fosse una ciotolina. Basta poi riempirla di terra e piantarvi i semini o le talee.

Qual è il vantaggio di questa tecnica? Quando la nuova pianta è grande abbastanza, non c’è bisogno di trapiantarla. Basta interrarla nel nuovo vaso assieme al suo contenitore fatto di avocado. Infatti, la buccia si decomporrà naturalmente, contribuendo a fertilizzare il terreno.

Approfondimento

Buttare i gusci delle arachidi è un errore, ecco 6 usi sorprendenti

Consigliati per te