L’INPS ricerca 3000 persone da assumere in questo ruolo per il quale non è richiesto il diploma

È un po’ il sogno di tutti entrare a far parte di una realtà lavorativa solida che garantisca un futuro economico sicuro. Ebbene, l’Istituto Nazionale della Previdenza Sociale annuncia che nel 2022 uscirà un bando di concorso che prevede un cospicuo numero di posti di lavoro disponibili. La notizia si fa ancora più interessante per chi non è in possesso di un diploma di scuola superiore. Questo infatti non è fra i requisiti richiesti.

Procedura snella e requisiti

In passato ci siamo già occupati di opportunità occupazionali, per esempio come presentare le domande per entrare in questa grande azienda italiana  o di posizioni lavorative in cui è possibile lavorare immersi nella natura con un’ottima paga e senza stress.

È di questi giorni invece la notizia che l’INPS ricerca 3000 persone da assumere nel ruolo di addetto al call center. Dunque, durante un’audizione alla Commissione Lavoro della Camera dei Deputati il presidente dell’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale ha comunicato un importante obiettivo che si è posto entro al fine dell’anno: l’internalizzazione di tutti i processi di “assistenza ai clienti”. Il lavoro delle figure richieste quindi spazierà in molti settori e sarà svolto rispondendo alle chiamate al call center ma anche tramite i canali multimediali.

Ad oggi sono già stati selezionate circa 5000 persone, vincitori di concorsi che si sono svolti negli anni scorsi. Ma per le nuove assunzioni le procedure sono molto più snelle in quanto, il Presidente ha annunciato che non ci sarà un vero e proprio concorso.

L’INPS ricerca 3000 persone da assumere in questo ruolo per il quale non è richiesto il diploma

Per conoscere le modalità di assunzione quindi si dovrà attendere la pubblicazione del bando, che dovrebbe arrivare nelle prossime settimane. L’annunciò sarà visibile sulla Gazzetta Ufficiale. Tuttavia, per rimanere sempre aggiornati è utile consultare il sito ufficiale dell’INPS accedendo alla sezione “Avvisi, bandi e fatturazione”, “Concorsi” e “Procedure in corso”.

Nell’attesa della pubblicazione ufficiale può essere utile focalizzare la nostra attenzione sulle competenze necessarie per svolgere il lavoro di assistenza ai clienti. È infatti necessario avere una buona padronanza della lingua e una dizione corretta, senza eccessive influenze dialettali. Ottime doti relazionali e comunicative sono certamente ben viste. Infine è importante essere persuasivi senza perdersi troppo in chiacchiere. Dunque il segreto, da tenere a mente anche durante le selezioni, sarà quello di apparire sintetici ma esaustivi.

Letture consigliate

Pioggia di nuove opportunità di lavoro con questo colosso aziendale ecco le figure più ricercate

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te