Liberare la propria cucina dalle tarme del cibo con questo rimedio

Le tarme sono un duro nemico da sconfiggere. Chi ha avuto la sfortuna di trovare queste farfalline almeno una volta nella propria cucina, lo sa bene. Bisogna sapere esattamente come eliminare questo problema alla radice se non si vogliono avere brutte sorprese. In questo articolo, noi del team di ProiezionidiBorsa, avevamo già dato qualche consiglio in merito. Ma gli inglesi dicono sempre: “The more, the better”, ossia più si ha, meglio è. E dunque, più soluzioni si hanno a un problema, più facile sarà risolverlo. Per questo motivo, vediamo un altro modo per liberare la propria cucina dalle tarme del cibo con questo rimedio.

Quali sono le cause delle tarme in cucina?

Le farfalline alimentari, meglio conosciute come tarme del cibo, sono degli insetti che si possono trovare facilmente nelle dispense delle cucine. Si nutrono di cibi secchi come i cereali o la farina e, una volta insediatesi nei mobili della casa, sono davvero difficili da mandare via. Le cause della loro comparsa possono essere molteplici. La maggior parte delle volte, però, arrivano da fuori, attratte dall’odore del cibo o intrappolate in confezioni prese al negozio di alimentari, per esempio. Quando si trova la prima tarma nella propria dispensa, ciò che non bisogna assolutamente fare è temporeggiare perché di certo non è sola. E si riprodurrà comunque molto velocemente.

Ecco come sconfiggerle

Perciò, bisogna armarsi di pazienza per liberare la propria cucina dalle tarme del cibo con questo rimedio. Per prima cosa, sarà necessario avere nella propria casa farina di mais e acido borico. Questi due ingredienti andranno mescolati insieme in un contenitore. Attenzione alle proporzioni però: bisognerà riempire ⅓ del vasetto con la farina, e ⅔ con l’acido borico. Ora, basterà mettere questo composto in fondo alla dispensa e aspettare qualche giorno.

Successivamente, si dovrà pulire a fondo la dispensa. In questo caso, è importante mettere in atto due accorgimenti fondamentali. Per prima cosa, affinché la salute sia protetta, l’acido borico non dovrà entrare in contatto con il cibo, per evitare qualsiasi rischio di contaminazione. Inoltre, se si utilizza questo rimedio, bisogna essere certi che, qualora si avessero dei bambini in casa, questi non abbiano modo di raggiungere la dispensa.

Consigliati per te