Le migliori azioni dell’ultimo mese dove sono dirette?

seco

La società SECO opera nel mercato dell’alta tecnologia, progettando, sviluppando e producendo soluzioni tecnologiche all’avanguardia per clienti industriali. Una delle sue missioni, quindi, è anche quella di ottimizzare i processi anche per ridurre i costi. Soprattutto quest’ultimo obiettivo sta diventando sempre più importante alla luce della crisi energetica in corso. Una crisi che non salva nessuno. Tanto che chi abita in condominio rischia un inverno al freddo anche se paga la bolletta.

Dopo un 2022 abbastanza incerto, quelle SECO sono state le migliori azioni dell’ultimo mese con un rialzo di oltre il 40% e doppiando la performance di Danieli che ha reso poco meno del 20% nello stesso periodo. Dove potrebbero essere dirette?

Prima di rispondere a questa domanda, diamo un’occhiata alla valutazione del titolo secondo l’analisi fondamentale. Qualunque sia l’indicatore utilizzato, l’analisi dei multipli di mercato restituisce un titolo fortemente sopravvalutato. Ad esempio, il rapporto tra prezzo e utili è circa quattro volte superiore a quello medio del settore di riferimento. Anche il rapporto tra prezzo e fatturato è molto elevato (vale 3) non solo rispetto al settore di riferimento, ma anche in assoluto.

Per gli analisti, invece, il prezzo obiettivo medio restituisce una sottovalutazione di oltre il 50%.

Le migliori azioni dell’ultimo mese dove sono dirette? Le indicazioni dell’analisi grafica

Il titolo SECO (MIL:IOT) ha chiuso la giornata di contrattazione del 24 ottobre a 5,52 euro, in ribasso del 5,13% rispetto alla seduta precedente.

Come da grafico, la proiezione in corso, dopo tre sedute consecutive in cui mediamente hanno guadagnato oltre il 5%, vede le quotazioni di SECO dirette verso il II obiettivo di prezzo in area 6,5 euro. Questo livello di resistenza sarà decisivo per capire le sorti del titolo. Come si vede dal grafico, infatti, già in passato questo livello ha rappresentato un forte ostacolo che ha impedito il proseguimento del rialzo. Una sua rottura aprirebbe a una continuazione del rialzo fino al III obiettivo di prezzo in area 7,75 euro.

In caso contrario potrebbe essere possibile un ritorno in area 5,225 euro. Solo la rottura di questo livello, però, potrebbe sancire l’inizio di una nuova fase ribassista con obiettivo più probabile in area 4 euro.

seco

Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te