Le banche italiane più solide, dove il conto corrente è al sicuro e i risparmi protetti

Per le banche italiane non è stato un inizio d’anno particolarmente felice. La crisi scaturita dal coronavirus ha messo sotto pressione i prezzi delle azioni quotate. Non solo i tassi bassi hanno ridotto la redditività, ma anche le attese dell’incremento del debito pubblico è un ulteriore peso sui bilanci bancari. Ovvio che la domanda sorga spontanea: le nostre banche sono sicure? Secondo una valutazione della BCE ecco le banche italiane più solide, dove il conto corrente è al sicuro e i risparmi protetti

Settore bancario fortemente penalizzato in Borsa

Che il settore bancario sia sotto pressione è sotto gli occhi di tutti. Basta vedere l’andamento dei titoli azionari nella Borsa italiana. Già nei giorni precedenti abbiamo scritto da queste colonne della preoccupante perdita di capitalizzazione delle banche italiane e del rischio di una possibile scalata. Azioni come Unicredit, Intesa Sanpaolo, Banco BPM quotano ai valori più bassi degli ultimi anni. Una situazione difficile stigmatizzata alcuni giorni fa anche da una analisi di Moody’s. Nel report si mette in evidenza come a seguito della crisi del coronavirus peggiorerà l’attivo delle banche.

Le banche italiane più solide, dove il conto corrente è al sicuro e i risparmi protetti

La domanda quindi è: di quali banche possiamo fidarci? La Banca Centrale Europea ha di recente pubblicato una classifica sulle banche più solide a livello europeo. Ne ha analizzate ben 109 con riferimento al 2019. Il criterio di valutazione è stato quello del SREP, Supervisory Review and Evaluation Process. E’ un processo che permette una analisi dei profili di rischio delle banche e valuta la loro capacità di gestione delle difficoltà finanziarie.

Il risultato ha visto la maggior parte delle banche italiane uscire a testa alta. Il migliore istituto nazionale si è classificato al terzo posto a livello europeo. E a sorpresa non è né Intesa, né Unicredit, ma Credem. La piccola banca emiliana, piccola solo di fronte ai colossi internazionali come Unicredit e Intesa Sanpaolo, si è dimostrata la più attrezzata in Italia per fare fronte a situazioni di difficoltà. È seguita da Mediobanca, Intesa Sanpaolo, Unicredit, Bper Banca, Banco BPM, Credito Cooperativo Italiano, Ubi Banca, Iccrea Banca, Monte Paschi Siena e infine Banca Popolare di Sondrio.

Questa la classifica delle 11 banche italiane che sono rientrate nell’analisi della BCE.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te