Le 3 agevolazioni economiche e i sussidi INPS per chi ha un anziano in famiglia

Esistono diverse forme assistenziali che lo Stato garantisce in favore della persona anziana. Questi sussidi rappresentano una importante forma di tutela per la persona in età avanzata che è importante conoscere nel caso ve ne fosse necessità. Nella presente guida gli Esperti di ProiezionidiBorsa illustreranno quali sono le 3 agevolazioni economiche e i sussidi INPS per chi ha un anziano in famiglia. Vediamo in quali casi è possibile richiederle e quali sono le condizioni che le ammettono.

Assegno di accompagnamento INPS

Si tratta di una agevolazione di tipo assistenziale che l’INPS eroga in favore della persona totalmente invalida. Questo significa che la commissione medica deve certificare uno stato di totale inabilità pari al 100%. L’assegno di accompagnamento non prevede dei limiti di reddito né di età per l’assegnazione e si ottiene esclusivamente dietro specifica richiesta. L’ammontare di tale sussidio per l’anno 2020 corrisponde a 520,29 euro mensili per 12 mesi all’anno. Tra le 3 agevolazioni economiche e i sussidi INPS per chi ha un anziano in famiglia rientra dunque l’assegno di accompagnamento.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Acquista lo smartwatch XW 6.0 con il 50% di sconto

Scopri ora l'offerta

Smartwatch

Agevolazioni con Legge 104

La Legge 104/92, come molti dei nostri Lettori sapranno, coinvolge persone che presentano un handicap grave e certificabile. Le agevolazioni che il titolare di Legge 104 può ricevere sono differenti e investono diversi campi della cura e dell’assistenza alla persona. Chi ha una persona anziana in famiglia che versi in una condizione di handicap grave, allora può richiedere il riconoscimento della 104. in questa maniera, anche chi assiste la persona anziana potrebbe ottenere i permessi lavorativi retribuiti.

Rimborso spese fino a 2.100 euro per assistenza

Tra le 3 agevolazioni economiche e i sussidi INPS per chi ha un anziano in famiglia troviamo un rimborso IRPEF. Esso riguarda le spese che si affrontano per l’assistenza dell’anziano non autosufficiente in particolare. Si tratta di una vera e propria detrazione fiscale che si ottiene in sede di dichiarazione dei redditi. Il familiare che si fa carico delle spesa di assistenza dell’anziano può ottenere un rimborso IRPEF fino a 2.100 euro annui. Si tratta di una detrazione che richiede dei limiti di reddito e che ha il vantaggio di essere trasferibile a chi sostiene effettivamente le spese. Una guida completa e dettagliata del beneficio è consultabile qui. Queste sono solo alcuni degli aiuti che possono ricevere le famiglie con persone anziane di cui prendersi cura.

Consigliati per te