Lavoratori senza laurea ricercatissimi da queste aziende che guideranno la ripresa economica nel post Covid

La festa del Primo Maggio non sempre è tale per tutti. È ampia infatti la platea degli inoccupati e composta da frange multiforme di lavoratori ancora solo potenziali.

Eppure molte aziende faticano a trovare alcune tipologie di lavoratori: sembrerà un scherzo del destino eppure è così. Entriamo nel vivo: ecco i lavoratori senza laurea ricercatissimi da queste aziende che guideranno la ripresa economica nel post Covid.

Alla base del mismatching

Specie con riferimento ai più giovani, spesso ci sono problemi di mismatching alla base tra chi domanda e le aziende che offrono lavoro. A volte può essere che i giovani cerchino ma non trovino oppure cercano nella direzione sbagliata.

In altre circostanze può esserci un percorso scolastico di base poco affine, o avulso proprio, alle reali e concrete esigenze aziendali. O ancora può esserci un problema di sovra-formazione rispetto al lavoro da svolgere.

Infine non mancano i casi di pregiudizi verso certe mansioni o i casi di rifiuto alle condizioni imposte dalla particolare mansione da ricoprire. Si pensi ai lavori legati al mondo food&beverage, dalla ristorazione ai bar. Non sono rari i casi di giovani che negano la disponibilità a lavorare la sera e/o i festivi, ossia quando serve personale.

Poi aldilà dei giovani ci sono i disoccupati e gli over espulsi dal mondo del lavoro ma che faticano a ricollocarsi per le ragioni più disparate. Tipo: gap tra stipendi offerti/chiesti, il desiderio delle aziende di formare solo giovani o la volontà di accedere alle agevolazioni statali sull’assunzione degli under, etc.

I settori e le aziende che guideranno la ripresa economica

Ma quali sono i settori che con la ripresa economica avranno maggior bisogno di personale? Ecco dunque quali sono i lavoratori senza laurea ricercatissimi da queste aziende che guideranno la ripresa economica nel post Covid.

Un primo settore che godrà della ripresa rimanda a tutto ciò che ha a che fare con il mondo dell’edilizia a 360°. Nell’anno nero della pandemia il settore è stato messo in ginocchio. Ma i vari Bonus edilizi approvati dal Governo rilanceranno alla grande il settore per alcuni anni.

Quindi spazio a giovani (e non) muratori, carpentieri, operai idraulici, elettricisti, piastrellisti e pavimentatori, addetti al montaggio di serramenti etc.

Altrettanto forte sarà la domanda di personale legato all’universo food&beverage. Non appena i locali torneranno a lavorare a regime H 24 e la gente prenderà coscienza dell’avvenuto ritorno al passato, questi settori riesploderanno di lavoro. In pratica per chef, camerieri, baristi e personale d’albergo, etc., sarà forte la domanda di giovani disposti a cavalcare quest’onda.

Stesso discorso per il settore metalmeccanico, che in verità da anni soffre della penuria cronica di saldatori, fresatori, tornitori, addetti alle macchine a controllo numerico, etc. Si tratta di un settore dove spesso già i salari d’ingresso oscillano tra i 1.500 e i 2.000 euro al mese (qui al link tutti i dettagli).

Presentiamo i lavoratori senza laurea ricercatissimi da queste aziende che guideranno la ripresa economica nel post Covid

Se i tre comparti economi su menzionati andranno forte, molti altri pezzi dell’economia di certo non staranno a guardare. Si pensi al mondo della logistica e delle spedizioni o consegne in generale. Man mano andranno aumentando gli acquisti e le transazioni a distanza, questi comparti dei servizi saranno delle idrovore di nuovo personale.

L’universo sanitario, ossia infermieri OSS, OSA, etc. sicuramente continuerà ad assumere personale anche negli anni a venire. Tuttavia, in questi casi serve di fondo una preparazione di base che di norma dura sui 3 anni.

Infine, un altro mondo a cui giovani senza laurea possono guardare con estrema fiducia rimanda a Internet.

Al netto delle professioni più qualificate e appannaggio dei soli laureati, il mondo informatico ha due grandi punti di forza. Da un lato il trend del settore, in costante e continua ascesa. Dall’altro la domanda: il mercato va costantemente cercando giovani (anche senza laurea) bravissimi con il digitale.

Dunque, ecco presentati i lavoratori senza laurea ricercatissimi da queste aziende che guideranno la ripresa economica nel post Covid. Infine nell’articolo di cui qui il link presentiamo tre particolari lavori senza laurea in cui è possibile arrivare anche fino a 5mila euro di guadagno mensili.

Consigliati per te