La pianta del sapone è un’alternativa green ai detergenti chimici

Oggi siamo tutti più attenti a evitare l’uso di prodotti chimici artificiali che potrebbero causare danni a noi e all’ambiente. Ma non basta utilizzare saponi, shampoo e balsami naturali per liberarci dalle sostanze chimiche che entrano in contatto con la nostra pelle.

Anche i detersivi con cui laviamo i vestiti possono essere una fonte di irritazione per le pelli più delicate. Per fortuna madre natura ci viene in aiuto. Esiste, infatti, una pianta che possiamo utilizzare come sostituto per i detergenti, o anche al posto del sapone. E naturalmente non inquina! Si tratta della saponaria, anche chiamata “pianta del sapone”.  La pianta del sapone è un’alternativa green ai detergenti chimici. Vediamo perché

OFFERTA SPECIALE - POCHI PEZZI DISPONIBILI
One Power Zoom: i veri occhiali con lenti autoregolabili - Due al prezzo di uno

CLICCA QUI

Una pianta conosciuta sin dall’antichità

La saponaria (Saponaria officinalis) è una pianta che cresce spontanea in Europa e Asia. Raggiunge un’altezza di circa un metro, e possiede dei caratteristici fiorellini rosa o bianchi che crescono a grappoli e la rendono molto riconoscibile. Ma la proprietà più famosa della saponaria è un’altra. Come suggerisce il nome, infatti, questa pianta può essere utilizzata al posto del sapone. Già gli antichi conoscevano bene le proprietà di questa pianta, e la utilizzavano per lavare i vestiti e creare cosmetici. Divenne molto diffusa nel medioevo soprattutto nei centri di produzione della lana. Qui veniva usata come detergente durante il trattamento della lana, per sgrassarla e permetterne la lavorazione. Ma vediamo come possiamo utilizzare anche noi la saponaria, e perché la pianta del sapone è un’alternativa green ai detergenti chimici.

Come utilizzarla

La saponaria contiene un’altissima concentrazione di saponine, dei tensioattivi che sono ottimi per “sciogliere” i grassi e le particelle di sporco, e quindi per pulire. Tutta la pianta contiene saponine, ma la concentrazione maggiore si trova nelle radici, soprattutto quando la pianta è in fiore.

Il decotto di saponaria può essere utilizzato per detergere le superfici di casa. È ottimo anche per detergere i capelli fragili e sfibrati. Può essere utile anche come risciacquo per pelli delicate, soprattutto se soffriamo di acne. Attenzione a non ingerire grandi quantità di saponaria, potrebbe essere tossica (come quest’altra pianta che utilizziamo sempre in cucina).

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te