La pianta da coltivare ad agosto e raccogliere a 3 settimane dalla semina

Agosto è un mese molto particolare per chi ama dedicarsi al giardinaggio. In questo periodo, infatti, parecchie verdure ed ortaggi arrivano alla fine del loro ciclo colturale liberando, così, molto spazio nell’orto. Via libera, quindi, a carote, finocchi, spinaci, cicorie, cime di rapa e tanto altro, che ritroveremo poi sulle nostre tavole durante l’autunno e l’inverno.

Un’altra pianta poco conosciuta, ma che possiamo coltivare facilmente ad agosto, è la Brassica Mizuna, un ortaggio orientale appartenente alla famiglia delle Crucifere. Dato il sapore un po’ piccante e l’aspetto a foglie seghettate, essa viene spesso confusa con la rucola.

Essendo una pianta rustica e resistente, non ha bisogno di particolari cure ed è molto semplice da coltivare anche per chi non è un esperto. Inoltre, come vedremo, germina molto velocemente e si può raccogliere già dopo una ventina di giorni.

La pianta da coltivare ad agosto e raccogliere a 3 settimane dalla semina

Per quanto riguarda il clima, la Mizuna sopporta abbastanza bene sia i periodi contrassegnati dal caldo che dal freddo. Il clima del nostro territorio, quindi, da Nord a Sud, sarebbe ideale per farla crescere e prosperare al meglio. L’unica condizione che non sopporta è la siccità, che potrebbe far montare la pianta a seme. Per evitare questa eventualità è necessario mantenere il terreno costantemente umido, sia d’estate che d’inverno, innaffiandolo con regolarità.

Date le sue caratteristiche, la Mizuna si può quindi seminare ad inizio primavera o sul finire dell’estate. Dopo aver vangato il terreno ad almeno un metro ed eliminate le erbacce, basterà seminare a file, a distanza di 30 cm da un seme all’altro. Come già detto, la Mizuna si può raccogliere già dopo poche settimane dalla semina. Tuttavia le foglie continuano a rispuntare anche nei mesi successivi, anche per 4 o 5 volte. Per avere un’ottima Mizuna, sia nell’aspetto che nel sapore, sarà però fondamentale raccoglierne le foglie quando queste sono ancora giovani. Infatti, se le lasciamo maturare per troppo tempo, esse diventano dure ed acquisiranno un sapore quasi sgradevole.

Come utilizzarla nelle ricette

La Mizuna, quindi, è la pianta da coltivare ad agosto non solo per la sua semplicità, ma anche per assicurarsi un’ottima fonte di nutrienti in autunno. Infatti, come nel caso della rucola, anche la Mizuna è un’ottima fonte di vitamine dalle proprietà antiossidanti. Inoltre, anch’essa si sposa molto bene con diverse ricette e preparazioni. Ad esempio, si può saltare in padella con aglio e zenzero, oppure si può inserire all’interno di una frittata per darle un tocco di sapore in più. Tuttavia è nell’insalata che sprigiona tutto il suo aroma, specialmente se lasciata per qualche minuto con il condimento.

Per fare un’ottima insalata estiva tagliamo innanzitutto uno scalogno e mezza cipolla di Tropea a rondelle sottili. Fatto ciò, lasciamo riposare per 10 minuti all’interno di una ciotola con olio EVO, sale e pepe. Nel frattempo, puliamo la Mizuna, eliminando il gambo duro ed eventuali residui, ed uniamola allo scalogno e alla cipolla. A questo punto mescoliamo il tutto aggiungendo, ad esempio, dei pezzi di formaggio, come la Feta, o altri ortaggi come i funghi oppure della frutta.

Lettura consigliata

Per chiudere e proteggere pergolati e gazebi, ecco la pianta rampicante che porterà anche un’immensa fortuna a chi la coltiva

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te