La cessione del credito del Superbonus 110% richiede questi passaggi chiave

La cessione del credito del Superbonus 110% è una delle novità più fiscali più interessanti dell’anno e cambiato la vita di molte famiglie. Tutti sanno che risparmiare sulle spese di ristrutturazione fino ad azzerarle è possibile fino al 2023 ma l’utilizzo di questa opzione, piuttosto complesso, risulta utile da cogliere in caso di imprevisti. Come per esempio un trasloco, una successione o una separazione. Vediamo oggi come avvalendoci di un esempio e scopriamo perché la cessione del credito del Superbonus 110% richiede questi passaggi chiave.

Villetta a posto a costo zero

Ecco cosa accade se siamo proprietari di una villetta in classe energetica G, del valore di 300 mila euro. I lavori che abbiamo eseguito con il supporto del Superbonus sono stati, per esempio, il termo cappotto e la sostituzione degli infissi. Abbiamo speso 70 mila euro e per avviare il cantiere e abbiamo ottenuto un finanziamento in banca, a condizioni vantaggiose. Con questi fondi abbiamo anticipato il pagamento dei lavori all’impresa. Entriamo, ora, nel vivo con l’aiuto degli Esperti della Redazione di “Risparmio e Famiglia” di ProiezionidiBorsa.

Prestiti 2021

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 5051 - 6566+

Clicca sull'età

Prestiti 2021

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 50

51 - 65

66+

Clicca sull'età

La cessione del credito del Superbonus 110% richiede questi passaggi chiave

Nel nostro esempio, il credito di imposta del Superbonus è pari a 77 mila euro. Possiamo decidere di scalarli dalle tasse dei prossimi cinque anni, oppure avviare la cessione a terzi. All’impresa edile o a una delle banche dove abbiamo un conto corrente, ad esempio. In questo modo, riceveremo 70 mila euro. Possiamo utilizzare questa somma per far fronte alle nostre necessità, almeno in parte, ma anche per eliminare il finanziamento acceso presso la banca per eseguire i lavori.

I benefici sono notevoli anche per i non proprietari

L’operazione Superbonus è un vantaggio anche per i non proprietari. Un’opportunità che conviene cogliere a tutti i costi se la nostra casa necessita di forti miglioramenti. L’avvio dei lavori, infatti, non ci comporta un investimento. Inoltre, l’operazione avviene tramite le banche, in modo rapido e vantaggioso.

Si tratta di una procedura facile perché la domanda di Superbonus si presenta da una piattaforma online dedicata. Possiamo compilarla in pochi minuti grazie all’aiuto degli specialisti della banca di fiducia.

Un incremento di valore immediato

Ecco perché la nostra casa incrementa di molto il suo valore. La classe energetica della villetta dopo i lavori passa dalla classe G alla classe E in tempi più rapidi rispetto al passato. L’impresa edile, infatti, avvia subito il cantiere pagando i materiali con gli anticipi che abbiamo versato e non deve utilizzare i propri fondi.

Consigliati per te