Invece che la sansevieria, ecco 3 piante ideali da tenere in camera da letto

Dedicare il proprio tempo libero al giardinaggio e alla cura delle piante è una pratica che dovrebbe rilassare la mente. Tutte le attività che svolgiamo per fare crescere al meglio le piante, quindi potarle, concimarle e innaffiarle, potrebbero trasmetterci una sensazione generale di calma. Ovviamente, anche il lato estetico ha la sua importanza, perché vedere l’esterno di casa ricco di vegetazione può darci molte soddisfazioni.

Anche gli ambienti interni dovrebbero essere decorati con le specie adatte, per rendere le camere più confortevoli e allegre. Alcune piante sarebbero perfette per scacciare moscerini e insetti dalle stanze, altre invece per profumare o addirittura portare fortuna. Un poco più particolare è la scelta delle tipologie di pianta da mettere in camera da letto.

Invece che la sansevieria, ecco 3 piante ideali da tenere in camera da letto

La camera dove dormiamo dovrebbe avere delle caratteristiche utili a creare un’atmosfera rilassante, che possa favorire il sonno. Posizionare delle piante rende sicuramente gli spazi più accoglienti e il tocco di verde non può che migliorare tutto il contesto, ma attenzione a scegliere bene.

In realtà, non proprio tutte le piante sarebbero adatte a decorare la zona notte, di fatto le varietà dalla profumazione intensa andrebbero scartate. L’odore potrebbe disturbare e rendere le nostre notti un inferno, nonostante la gradevole fragranza.

Piuttosto, optiamo per piante dall’odore neutro, che non abbiano bisogno dei raggi del sole diretti e che aiutino a purificare l’aria. Le piante grasse sono una possibile opzione, facili da tenere in vaso, assorbono anidride carbonica, hanno bisogno di poche cure e sono graziose da vedere.

Necessita di poca acqua, e si adatta ai vari climi, la sansevieria, dalla forma cilindrica e lunghe foglie verde scuro. Anche se non sono grasse, poi, lavanda e pothos, sarebbero altre piante da tenere in considerazione. Estremamente belle, non disturbano il sonno e decorano a meraviglia la stanza.

Le più diffuse

Invece che la sansevieria, però, ecco 3 piante ideali da tenere in zona notte, utili per creare l’atmosfera giusta e per favorire sogni tranquilli.

La beaucarnea recurvata, o mangia fumo, è una delle piante succulente sempreverdi più diffuse e utilizzate in camera da letto. Composta da un fusto principale che termina con una corona di foglie lunghe, non ha bisogno di troppa luce, basterà metterla davanti la finestra.

Purificherebbe l’aria, è resistente e facilissima da coltivare, la zamioculca, non necessita di eccessiva luce e basterà innaffiarla quando vedremo la terra secca. È una succulenta molto bella, perché verde brillante e ricca di piccole foglie lucide e grasse.

Rilascia ossigeno anche la pianta delle monete, ovvero la pilea, estremante decorativa grazie alle grandi foglie a forma di monete. Non cresce eccessivamente, quindi è ideale anche per i piccoli spazi, è robusta e non richiede accorgimenti particolari.

Lettura consigliata

Edera e pothos sono perfette per la camera da letto ma anche queste rigogliose piante grasse e ornamentali

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te