Insultare un insegnante è reato?

Una domanda che, forse, non ci siamo mai posti è se insultare un insegnate è reato. Ebbene, per rispondere a siffatta domanda, si deve anzitutto comprendere quando offendere un docente di scuola è oltraggio a pubblico ufficiale. In altri termini, il professore di scuola pubblica o privata è sempre un pubblico ufficiale ed, inoltre, in quali occasioni esercita tale funzione?

Quando l’insulto all’insegnante può essere considerato oltraggio a pubblico ufficiale

In via di principio, è bene sapere che il docente di scuola pubblica è un dipendente dell’amministrazione e, come tale, riveste il ruolo di pubblico ufficiale. Senonché, insultarlo, può integrare il reato di oltraggio al pubblico ufficiale. La norma che lo prevede è stata di recente riscritta dal legislatore, che ne ha ristretto i confini. Infatti, perché si configuri l’illecito, devono ricorrere le seguenti condizioni:

Che aspetti? Scopri il trading coi CFD con iBroker
con una demo gratuita con dati in tempo reale e perfettamente funzionante

Provala subito!

1) deve sussistere l’offesa. In altri termini, l’espressione sconveniente deve travalicare la normale critica all’operato dell’agente. Cioè, deve essere rivolta a colpire la sua persona, la moralità, l’onore e la reputazione, connaturati al ruolo;

2) l’offesa deve essere pronunciata in un luogo pubblico o aperto al pubblico;

3) l’offesa deve avvenire dinanzi a più persone.

4) l’insegnante deve essere offeso “mentre compie un atto d’ufficio” e proprio a causa di tali funzioni. Non è sufficiente, cioè, che il pubblico ufficiale si trovi “nell’esercizio delle sue funzioni” ma è necessario che l’oltraggio avvenga proprio in ragione delle stesse. Ad esempio, se Tizio offende un vigile mentre fa le multe, non commette oltraggio a pubblico ufficiale. Invece, se lo fa proprio a causa delle multe che sta facendo alle auto, e gli grida “sei un infame” allora il reato ricorre. Ebbene, se manca anche una sola di queste condizioni, non si ha il reato in commento. Tuttavia, nulla toglie che possano ricorrere l’ingiuria o la diffamazione. In conclusione, quindi, insultare un insegnante è reato. O meglio, lo è quando l’offesa viene fatta non in occasione dello svolgimento delle sue funzioni ma proprio a causa di esse. Sicchè, certamente, incorrerà nel reato il genitore che insulti l’insegnante durante un incontro scuola famiglia, per ragioni legate al rendimento del proprio figlio o simili.

Consigliati per te