Inizia una settimana importante per i mercati. Focus su oro e petrolio

Inizia una settimana importante per i mercati-Foto da pixabay.com

Si continua a discutere se verranno tagliati o meno i tassi di interesse. Nei giorni scorsi, so è aggiuntala dichiarazione del vicepresidnete della BCE Luis de Guindos. Le pressioni sui prezzi nella zona euro stanno diminuendo, aumentando la fiducia della Banca Centrale Europea (BCE) nel raggiungimento del loro obiettivo di inflazione il prossimo anno, secondo de Guindos. Attualmente, l’inflazione complessiva è al 2,4% e quella “core” è sotto il 3%. De Guindos ha dichiarato che si prevede che l’inflazione rimarrà intorno a questi valori nei prossimi mesi e che nel 2025 si stabilizzerà intorno all’obiettivo del 2%. A questo punto, leggendo queste dichiarazioni appare quasi scontato che la bCE taglierà i tassi nel meeting di giugno.

Molti continuano a pensare che possa essere vicino uno stop di qualche emse per i mercati azionari. Sarà così? Inizia una settimana importante per i mercati ed il motivo è legato a delle scadenze che i nostri metodi ritengono molto importanti. Ci riferiamo al setup rosso del 23 maggio e al 24 maggio, punrto di verifica per la tendenza in corso.

Focus su oro e petrolio

Gli analisti di UBS hanno consigliato agli investitori di aggiungere strategie protettive ai propri portafogli a causa dell’imprevedibilità economica globale. Pur riconoscendo che l’oro è un investimento protettivo, hanno avvertito che potrebbe subire fluttuazioni negative se le aspettative sui tassi di interesse della Federal Reserve cambiano. Tuttavia, UBS prevede che il prezzo dell’oro salirà a 2.500 dollari per oncia entro la fine del 2024, sostenuto dalla domanda elevata di banche centrali e investitori e dal ruolo dell’oro come protezione contro le tensioni geopolitiche.

UBS ha anche sottolineato l’importanza del petrolio come investimento protettivo, con previsioni di un prezzo del Brent intorno ai 91 dollari al barile nei prossimi mesi, a causa della forte domanda e degli sforzi dell’OPEC+ per mantenere stabile il mercato.

In conclusione, nonostante le possibili fluttuazioni a breve termine, UBS mantiene una visione positiva a lungo termine sull’oro grazie alla domanda sostenuta e alla sua funzione di copertura contro i rischi geopolitici.

Studio del grafico dell’oro

Continua la forza dell’oro che ha chiuso la scorsa settimana in area 2.417,4. Da inizio anno la materia prima ha segnato il minimo a 2.017,9 e il massimo a 2.448,8. Al momento il rialzo potrebbe continuare. Un supporto rilevante è rappresentato dal minimo di 2.285,2 segnato nella settimana del 29 aprile.

Inizia una settimana importante per i mercati: come mantenere il polso della situzione

La seduta di contrattazione del 17 maggio ha chiuso ai seguenti prezzi:

Dax Future

18.806

Eurostoxx Future

5.066

Ftse Mib Future

35.130

S&P500 

5.300.

Cosa potrebbe far cambiare la tendenza rialzista in corso? In base ai nostri modelli una chiusura giornaliera, poi confermata da una chiusura settimanale sotto i seguenti livelli di prezzo:

Dax Future

18.692

Eurostoxx Future

5.030

Ftse Mib Future

34.315

S&P500 

5.192.

Lettura consigliata

Ecco i 3 segni che saranno più sfortunati negli investimenti durante la settimana del 20 maggio

Consigliati per te

Iscriviti per ricevere aggiornamenti sui commenti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Commenta ora l'articolox