In Toscana c’è un monumento incredibile poco fuori Siena

Sul fatto che qualsiasi turista e viaggiatore dovrebbe conoscere a fondo la Toscana c’è poco da discutere. La varietà di questa Regione non smette di sorprendere gli appassionati della bellezza della natura e dell’arte da secoli. Da quando i grandi viaggiatori e poeti del Gran Tour la visitavano per contemplarne la grandezza. In poche centinaia di chilometri si racchiudono praticamente tutti i panorami possibili, dal mare incontaminato alle piste da sci.

Semmai ciò che un viaggiatore curioso dovrebbe essere in grado di fare è distaccarsi dai percorsi consueti. Visitare il centro di Firenze o di Siena nel pieno dell’invasione dei turisti, infatti, significa poter contemplare solo in minima parte la bellezza dei luoghi.

Così, ben vengano i nuovi itinerari. Uno si trova a pochi chilometri da Siena, dove si trova un monumento. Sorge nascosto dalle dolci e delicate forme delle cosiddette Crete Senesi.

Una passeggiata nella bellezza

Da un punto di vista geologico, le Crete Senesi sono rilievi collinari brulli di argilla mista a gesso. Donano al panorama un colore variabile tra l’ocra ed il verde acceso in base al periodo dell’anno. Di tanto in tanto le Crete Senesi, che si distendono per vari comuni, ospitano qualche filare di cipressi o saltuarie querce. Un panorama, insomma, che ispira poeti ed artisti. Molti conoscono la celebre cappella della Madonna di Vitaleta. La cui immagine è molto fotografata e condivisa. Ma dobbiamo sapere che in Toscana c’è un monumento incredibile poco fuori Siena, oltre a questa piccola chiesetta. Si chiama Site Transitorie ed è l’opera di un artista francese rinomato: Jean-Paule Philippe.

Il monumento è una proposta di visione realizzata nel 1993. Si tratta di una casa stilizzata, di cui in pietra sono realizzati i lineamenti principali: una finestra, un giaciglio e una poltrona. Una sorta di menhir moderno che disegna un profilo accattivante sulla natura. Creando una continuità espressiva tra la natura e l’uomo.

Il consiglio è quello di utilizzare il Monumento come un punto di partenza per un’escursione a piedi sulle Crete. Possiamo seguire il sentiero della Via Francigena che passa proprio di qua. Ci troveremo in una dimensione di trekking affascinante e coinvolgente. Il panorama unico ci assorbirà. Tutto attorno vedremo il profilo di Siena con la torre del Mangia e di molti altri borghi sparsi sulle colline.

In Toscana c’è un monumento incredibile poco fuori Siena

Arrivare al Site Transitorie non è semplicissimo, ma ne vale la pena. Chi proviene da Siena può dirigersi all’uscita di Taverne d’Arbia ed imboccare l’unica strada che attraversato il paese percorre le Crete: la strada provinciale 438. Dopo qualche chilometro si troverà al bivio per Leonina. Da qui ha inizio una strada bianca che, dopo circa 1 km, condurrà ad un parcheggio posizionato vicino. Chi proviene da Asciano dovrà raggiungere il paese di Mucigliani. Da qui basterà seguire le indicazioni.

Chi si trova da queste parti non deve dimenticare di visitare un altro luogo incredibile. Si tratta di una cattedrale senza tetto e che a pochi metri di distanza custodisce la spada nella roccia.

Lettura consigliata

3 motivi per visitare in Alto Adige questo borgo sotto le montagne

Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te