In quali casi si possono chiedere due stati di famiglia separati nella stessa abitazione?

Lo stato di famiglia è un certificato che rilascia l’Ufficio Anagrafe del Comune di residenza del richiedente.

Da questo certificato si evince la composizione della famiglia anagrafica. Ossia di coloro che abitano insieme nella stessa abitazione.

Quindi, dal certificato dello stato di famiglia, compaiono tutte le persone che risiedono presso la stessa abitazione e allo stesso indirizzo. E che compongono, quindi, un unico nucleo familiare.

Persone legate tra loro da vincoli di matrimonio, parentela, affinità, tutela, adozione o vincoli affettivi.

In questi casi, anche tutti i redditi dei componenti il nucleo familiare si sommano tra di loro.

E, a volte, creano un danno al contribuente ai fini dell’ISEE che comunque dichiara un reddito del quale effettivamente non beneficia.

Di regola, due o più persone conviventi non possono ottenere stati di famiglia differenti.

Quest’oggi, con i Consulenti di ProiezionidiBorsa esamineremo in quali casi si possono chiedere due stati di famiglia separati nella stessa abitazione.

In quali casi si possono chiedere due stati di famiglia separati nella stessa abitazione?

Immaginiamo un figlio che seppur titolare di un proprio reddito ed economicamente autosufficiente continui a vivere presso l’abitazione del genitore.

In molti si chiedono se in questo caso, sia possibile o meno, chiedere due stati di famiglia separati nella stessa abitazione.

La risposta alla domanda non può che essere negativa.

In questo caso, non è possibile chiedere due stati di famiglia separati nella stessa abitazione. E ciò in quanto tra i conviventi c’è un vincolo di parentela. In virtù del quale, non si può separare il nucleo familiare.

Nei casi in cui, invece, tra i conviventi non vi è alcuno dei vincoli di cui sopra, è possibile chiedere due stati di famiglia separati. E quindi separare il nucleo familiare.

È necessario, dunque, recarsi presso l’Ufficio Anagrafe del Comune di residenza dichiarando che tra i conviventi presso la stessa abitazione non esiste alcun vincolo di matrimonio, parentela, affinità, tutela, adozione o vincoli affettivi.

Consigliati per te