In pochi sanno che questa pianta dimenticata da molti è in grado di regalare frutti gustosissimi ed è una vera fortuna averla nel proprio giardino

Esiste una pianta che non viene più coltivata da tempo, sia a scopo ornamentale che come albero da frutti, che è una vera e propria risorsa di inestimabile valore. Stiamo parlando della pianta del gelso.
Infatti, In pochi sanno che questa pianta dimenticata da molti è in grado di regalare frutti gustosissimi ed è una vera fortuna averla nel proprio giardino. Vediamo insieme perché.

Piccole curiosità

La pianta di Gelso è di origini asiatiche, anche se ormai molto diffuso anche in Europa.
Il gelso può essere coltivato sia come arbusto di medie dimensioni sia come albero ad alto fusto. Si adatta facilmente a qualsiasi tipo di terreno ed era una pianta fortemente utilizzata per adornare viali, parchi e grandi giardini.
Il perché è semplice: non solo per via della sua eleganza, ma anche per le sue foglie, in grado di crescere e svilupparsi per garantire una gradevole ombra.

Inoltre ha un fusto molto robusto ed elastico. Per questa sua caratteristica veniva impiegato anche per contrastare la franosità del terreno.

Le piante più piccole di gelso regalano frutti molto succulenti, conosciuti come gelsi o more di gelso. E sono proprio questi frutti che regalano deliziose confetture, gustabili per tutto l’anno.
Nello specifico, i frutti sono l’infruttescenza della pianta. Significa che in realtà ciò che consideriamo come unico frutto è composto da decine di piccoli frutti-drupe uniti tra loro e prodotti da un singolo fiore. Sono morbidi, succosi e possono essere di colore scuro, precisamente nero-rossastro, oppure chiaro, ossia bianchi. Sono frutti poco calorici ricchi di vitamine e sali minerali.

Ma quando e come piantare la pianta di gelso?

Il periodo ideale per la messa a dimora di questa splendida pianta è la primavera, al termine del periodo vegetativo. È proprio questo il periodo in cui le piante cominciano a germogliare.
Il gelso si riproduce per talea: basterà prelevare un pezzetto di ramo dell’anno precedente in estate. Se questo non può essere possibile, si potranno utilizzare polloni completi di radici.

Infine una piccola curiosità riguarda le sue foglie. I frutti, infatti, non sono l’unica cosa che si può gustare di questa pianta. Soprattutto per quanto riguarda il gelso bianco, è possibile realizzare degli infusi di foglie ideali per tenere sotto controllo i livelli di zucchero nel sangue.

In pochi sanno che questa pianta dimenticata da molti è in grado di regalare frutti gustosissimi ed è una vera fortuna averla nel proprio giardino.

Forma, frutti, foglie, eleganza ornamentale: queste sono tutte le risposte ai possibili perché.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te