Il trucco semplicissimo ma efficace che pochi conoscono per far rifiorire le orchidee

In un articolo, che si può leggere qui, il Team di ProiezionidiBorsa ha parlato di quanto sia gradevole avere la casa ricca di piante, ma anche di come curarle e pulirle.

Diciamo che ogni pianta ha la sua bellezza ma ce ne è una che mette davvero d’accordo tutti.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina Fit, l'integratore naturale che ti fa perdere peso velocemente

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Stiamo parlando delle orchidee.

Le piante di orchidee inutile negarlo sono la passione di tutti. Molti però evitano di tenerle in casa perché non capaci di curarle e di farle rifiorire.

Eppure bastano poche accortezze. Ecco infatti svelato il trucco semplicissimo ma efficace che pochi conoscono per far rifiorire le orchidee.

Partiamo dalla collocazione e innaffiatura

Innanzitutto è bene sottolineare che le orchidee si devono posizionare in luoghi umidi della casa. Tipico posto dove stanno benissimo è il bagno. L’ideale sarebbe posizionarle sul davanzale della finestra dove possono godere anche della luce solare.

Inoltre si devono innaffiate regolarmente ogni settimana, possibilmente mettendole in una bacinella con poca acqua tiepida. Si lasciano così per circa 10 minuti e poi riposte al loro posto abituale.

Ma a volte questo non basta per farle rifiorire!

Il trucco semplicissimo ma efficace che pochi conoscono per far rifiorire le orchidee

Prima di spendere soldi inutili nell’acquisto di fertilizzanti e concimi specifici teniamo conto che esistono delle soluzioni naturali e poco costose.

Ecco allora svelato il trucchetto poco costoso per orchidee fiorite tutto l’anno.

Pochi sanno infatti che uno dei migliori fertilizzanti si ottiene utilizzando la buccia delle cipolle.

Vediamo come preparare questo ottimo fertilizzante!

Basterà mettere in ½ litro di acqua la buccia di 2 cipolle e portare ad ebollizione. Spegneremo il fuoco quando l’acqua sarà diventata di colore marrone.

Lasciamo raffreddare e poi filtriamo. A quel punto il nostro fertilizzante sarà pronto.

Lo utilizzeremo quindi per innaffiare le nostre orchidee come sopra descritto. Quindi mai direttamente ma sempre mettendo la pianta in una bacinella con l’acqua così che possa riceverne la quantità necessaria.

E vedremo come le nostre orchidee rifiorire.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te